Sorgenia cambia fornitore, Network Contacts rassicura i lavoratori Olisistem: "Interessi degli operatori saranno salvaguardati"

Le attività attualmente affidate al call center di Modugno saranno trasferite nell'azienda di Molfetta, che assicura: "Clausola sociale sarà garantita, vogliamo estendere intervento anche ad altre forme di contratto"

"Vogliamo salvaguardare gli interessi dei lavoratori. Verso di loro c’è massima apertura, anzi non vediamo l’ora di esportare il nostro modello di azienda, basato su un forte investimento in termini di welfare. Speriamo arrivino presto, in modo che possano rendersi conto della nostra realtà, tranquillizzando se stessi e le proprie famiglie".

Così in una nota Giulio Saitti, direttore generale della Network Contacts di Molfetta, interviene dopo le proteste e le preoccupazioni espresse nei giorni scorsi dai lavoratori della Olisistem di Modugno, che dovrebbero essere trasferiti all'azienda di Molfetta dopo la decisione del committente Sorgenia di cambiare fornitore, spostando le attività su Network Contacts.
 
"Ho saputo di questo stato di agitazione – prosegue Saitti – ma forse c’è stata poca trasparenza nella comunicazione loro rivolta: nulla è pregiudicato, sono in stretto contatto con organi istituzionali e con le organizzazioni sindacali. Abbiamo un incontro il 10 luglio a Roma, ma già dalle piccole interlocuzioni emerge grande apertura e condivisione". "D’altronde - è precisato ancora nella nota - è stata proprio Sorgenia a chiedere a Network Contacts di applicare la clausola sociale, mettendo in evidenza attenzione alla salvaguardia del patrimonio umano prima che professionale dei lavoratori coinvolti".

"Sorgenia – conclude Saitti – è una delle aziende più serie che esistano in Italia e non solo ci ha chiesto di applicare la clausola sociale, bensì di andare oltre ciò che prevede la legge, proponendoci di estendere il nostro intervento anche ai somministrati e ad altre forme di contratto che insistono su questa commessa. Da parte nostra, chiaramente, non c’è stato il minimo problema nell’accettare". "Nessun caso", dunque, secondo l'azienda, "anzi, una mano tesa nei confronti di ogni singola persona impegnata in questa attività. All’insegna della totale salvaguardia del loro presente e futuro professionale".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Blitz della Finanza a Bari, raffica di arresti e sequestri: smantellato traffico di armi e droga dall'Albania

  • Grave incidente tra due auto: morti un uomo e una donna. Deceduto anche il loro cagnolino

  • Traffico di droga e armi dall'Albania, quindici arresti a Bari: i nomi

  • Fulmine colpisce aereo Ryanair, odissea per i passeggeri del Bari-Londra: partiti con 10 ore di ritardo

  • Le orecchiette di Bari vecchia finiscono sul New York Times: in prima pagina il "crimine della pasta"

  • Un miliardo di euro e taglio di 800 posti di lavoro: la ricetta di De Bustis per rilanciare la Banca Popolare di Bari

Torna su
BariToday è in caricamento