Turismo in crescita a Molfetta. Aumentano i dati del cosiddetto "turismo di ritorno"

Lo scopo è migliorare la “travel experience” degli utenti e innescare processi di rafforzamento della reputazione della destinazione. Agli straordinari flussi turistici registrati in questi mesi, si aggiunge il cosiddetto "turismo di ritorno". L'arrivo in città degli emigranti rappresenta un dato importante in grado di alzare di gran lunga il numero dei visitatori.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BariToday

Giungono dati importanti per il turismo molfettese. I primi due mesi estivi del 2019 stanno già facendo registrare dati record per quanto concerne l'afflusso di visitatori in città. A confermarlo è stato direttamente l' Infopoint Turistico di Molfetta. Ad affollare Molfetta in questi primi due mesi di "bella stagione" sono stati soprattutto visitatori provenienti dal Nord Europa, affascianti dalle bellezze storiche e naturalistiche di una delle più importanti città dell'Adriatico, in cui è possibile visitare le tanto ambite cattedrali romaniche. Dati confortanti, in netto rialzo, giungono anche dalle diverse strutture ricettive della città che stanno facendo registrare un tutto esaurito per il mese di agosto. Una spinta importante, in favore della promozione delle attività turistiche, arriva direttamente dal Comune di Molfetta che, con Deliberazione della Giunta Comunale N. 111 del 4 giugno 2019, ha pubblicato un avviso per interventi a sostegno della qualificazione e potenziamento degli infopoint turistici, alla pari dei comuni che rientrano nella rete regionale. Lo scopo è migliorare la “travel experience” degli utenti e innescare processi di rafforzamento della reputazione della destinazione, incrementando nel contempo i servizi rivolti all'ecoturismo. La proposta progettuale ha un costo complessivo che sfiora i 20mila euro, con una quota di co-finanziamento comunale pari a 2.500 euro. Il progetto partecipa alla selezione della Regione Puglia per il “periodo A”, compreso fra il 12 luglio e il 31 ottobre 2019 e vede coinvolto anche l'Info Point di Molfetta. la cui gestione è attualmente affidata alla Cooperativa Feart. Agli straordinari flussi turistici registrati in questi mesi, si aggiunge il cosiddetto "turismo di ritorno". L'arrivo in città degli emigranti rappresenta un dato importante in grado di alzare di gran lunga il numero dei visitatori. E' il caso di Benedetta, Jim e Jessina Conahan giunti a Molfetta, città natale dei nonni, direttamente dagli Stati Uniti. «Siamo rimasti davvero incantati nel conoscere le bellezze della città dei nostri genitori» - ha commentato la famiglia Conahan durante la visita in città curata direttamente dall'Associazione Oll Muvi (titolare del brand I LOVE MOLFETTA), da anni impegnata con Roberto Pansini nel rafforzare i contatti con i molfettesi all'estero. Proprio dagli USA sono in tante le famiglie che giungono in città con la voglia di scoprire e visitare la sempre più nominata Molfetta, la città dei loro genitori, dei loro nonni, che per necessità hanno dovuto abbandonare per cercare fortuna altrove. La famiglia Conahan, grazie alla disponibilità del Priore dell'Arciconfraternita della Morte, Onofrio Sgherza, ha potuto ammirare da vicino i simulacri delle processioni pasquali. Tutto questo in attesa della festa patronale in onore della Madonna dei Martiri, che a settembre contribuirà a richiamare in città ulteriori emigranti e visitatori. #welcometomolfetta #tiportoinpuglia #TakeYouToPUGLIA

Torna su
BariToday è in caricamento