Acquedotto Pugliese, il sindaco Emiliano contro i vertici: "Manager pagatissimi e di scarsa qualità"

Continua la polemica via Facebook nei confronti dell'Aqp del sindaco Michele Emiliano, che sulla nuova legge regionale per la ripubblicizzazione dell'Acquedotto Pugliese commenta: "non contiene nulla di rivoluzionario, anzi salvaguarda il disastroso bilancio dell'Aqp"

Annunciata dalla giunta regionale e dallo stesso Vendola come un grande punto di svolta, la legge sulla ripubblicizzazione dell'Acquedotto Pugliese approvata ieri si ritrova al centro delle polemiche. A dare il via alla discussione era stato ieri lo stesso comitato referendario "2 SI per l'Acqua Bene Comune", che in un comunicato aveva sottolineato come la legge in quel momento discussa dal consiglio regionale fosse in realtà diversa da quella originaria, formulata con la partecipazione dei comitati referendari.

A commentare la nuova legge regionale è oggi il sindaco Michele Emiliano, che sulla sua pagina Facebook coglie l'occasione per rilanciare la questione dell'inefficienza e della cattiva gestione dell'Acquedotto Pugliese, continuando una polemica nata lunedì scorso, quando l'Aqp aveva deciso il distacco dell'acqua per morosità alle 84 famiglie di sfrattati di Japigia, provocando l'ira del sindaco per non aver preventivamente concordato con Comune e Questura una decisione così drastica.

"Effettivamente questa legge - scrive il sindaco sulla sua bacheca - non contiene nulla di veramente rivoluzionario per rendere effettiva la natura pubblica dell'acqua ed anzi salvaguarda il disastroso bilancio dell'AQP, guidato da manager pagatissimi e di scarsa qualità, che senza il sostegno dell'ATO Puglia e cioè dei sindaci pugliesi sarebbe già fallito da tempo".

"L'acqua in Puglia - continua Emiliano rispondendo  ad un cittadino che riporta le cifre del miglioramento nella gestione di Aqp - costa moltissimo e l'AQP costa moltissimo ai contribuenti ed ai suoi clienti. Non ha fatto gli investimenti che si era impegnato a fare in cambio dell'aumento della tariffa e si comporta in modo bestiale nei confronti dell...a povera gente. Ha persino provato a far pagare al Comune di Bari tariffe tre volte superirori a quelle dovute tentando di portarci via danaro, senza riuscirci, per fortuna. L'AQP non è neppure riuscito ad utilizzare pienamente i fondi strutturali europei ed ha perso finanziamenti milionari. Poi racconta le chiacchiere che vengono credute solo dai responsabili politici della Regione. Delle chiacchiere di AQP abbiamo tutti le scatole piene".
 

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Violenza sessuale sul treno per Bari, blocca con la forza studentessa e la palpeggia: arrestato mentre era sul lungomare

  • Blitz in un negozio cinese all'ingrosso di Bari: sequestrati 100mila euro di prodotti 'Apple' e 'Samsung' taroccati

  • Incidente a Bari, schianto all'incrocio: auto finisce fuori strada e abbatte semaforo

  • Spaventoso incidente sul lungomare di Bari: Lancia sbanda e travolge otto auto, 4 cassonetti e un cartellone pubblicitario

  • Incidente sul lungomare di Bari: auto si ribalta e finisce accanto al marciapiede

  • Bari, una scoperta affascinante tra i maestosi palazzi dell’elegante quartiere murattiano e le vie della città nuova

Torna su
BariToday è in caricamento