Scintille nel centrodestra su Fitto candidato, la Lega contro La Russa: "Noi accusati di provincialismo. Serve unità"

A parlare è il segretario pugliese della Lega, Luigi D'Eramo, commentando le parole (riportate in un'intervista a un quotidiano barese) del senatore di Fratelli d'Italia, ieri a Bari per inaugurare una mostra fotografica dedicata a Pinuccio e Salvatore Tatarella

"Trovo quantomeno bizzarro che Ignazio La Russa venga in Puglia a promuovere l’armonia nella coalizione accusando gli alleati di provincialismo e 'cazzettismo”ì Delle due l’una! Sicuramente sarà stata una svista. 'Sviste' che, però, non si possono commettere quando si gioca con il destino di quattro milioni e mezzo di Pugliesi che chiedono un nuovo modello di gestione e sviluppo regionale dopo 15 anni di cattiva amministrazione di sinistra": a parlare è il segretario pugliese della Lega, Luigi D'Eramo, commentando le parole (riportate in un'intervista a La Gazzetta del Mezzogiorno) del senatore di Fratelli d'Italia, ieri a Bari per inaugurare una mostra fotografica dedicata a Pinuccio e Salvatore Tatarella, evento al quale ha preso parte anche Raffaele Fitto, possibile candidato del centrodestra alle regionali. La Russa aveva ribadito la necessità di "rispettare i patti" da parte del Carroccio in Puglia, consentendo a un esponente di Fdi di correre per la presidenza regionale.

Il nome, però, convince fino in fondo la Lega, che non ha ancora sciolto la sua riserva sull'ex governatore. puntando piuttosto su un proprio candidato per la coalizione: "Oggi - spiega in una nota D'Eramo - abbiamo l’obbligo di imparare dagli errori del passato per vincere e rinnovare la Puglia. Sono certo che al tavolo nazionale i nostri leader sapranno leggere la storia per scrivere il futuro, rispettando quanto ci hanno detto e chiesto gli elettori con il loro voto".

"Questo - rimarca l'esponente leghista -  sia quando ci hanno premiato ma soprattutto quando non ci hanno dato fiducia, perché è in quel momento che ci hanno dato la direzione per non sbagliare. E in Puglia con la Lega non si sbaglierà più, abbiamo la responsabilità del consenso della maggior parte dei pugliesi e la vittoria è alla nostra portata con tre parole d’ordine: unità, lavoro e rinnovamento. Questa è la visione della Lega e questa sarà la visione da condividere nella coalizione

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • E' positivo al Covid ma va al lavoro al ristorante: scoperto 21enne, era in quarantena con l'intera famiglia

  • Il professor Lopalco ottimista sull'epidemia: "La prima ondata pandemica del covid-19 si è spenta"

  • Riaprono le regioni, da domani via libera agli spostamenti: obbligo di segnalazione per chi arriva in Puglia

  • Coronavirus 'scomparso'? L'epidemiologo Lopalco: "Siamo in una fase di circolazione endemica, nessun terrorismo ma occorre attenzione"

  • Quattordici marittimi della Costa Crociere ricoverati per covid ad Acquaviva: "Tutti asintomatici"

  • Il sindaco Antonio Decaro ospite da Mara Venier a Domenica In: "A Bari solo 56 contagiati. Pugliesi bravissimi nella fase 1"

Torna su
BariToday è in caricamento