Taddeo Fnp Cisl Puglia:un grande risultato la legge sull'invecchiamento attivo

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BariToday

La proposta di legge di iniziativa popolare sull'invecchiamento attivo, promossa in Puglia dai sindacati Cgil, Cisl, Uil, è stata approvata oggi all’unanimità dal Consiglio regionale. I sindacati avevano raccolto 30.944 firme, ben oltre le 12mila richieste dallo Statuto della Regione, per sottoporre all’Assemblea legislativa pugliese la proposta che, nel riconosce il valore degli anziani, è diretta a consentire loro un invecchiamento attivo e in buona salute, oltre che a sostenere le famiglie e facilitare l’accesso ai servizi con politiche sociali, sanitarie, abitative ed ambientali. Un sostengo diretto a favorire, tra l’altro, anche la permanenza degli anziani nel contesto familiare, allontanando il ricovero in strutture di cura o residenziali. Con l'approvazione della proposta di legge è stata istituita in Puglia la Giornata regionale per l’invecchiamento attivo. Si celebrerà il 22 aprile di ogni anno, giorno della nascita del Premio Nobel Rita Levi Montalcini. "Oggi abbiamo scritto una bella pagina, per gli anziani di oggi e di domani , grazie a tutti i cittadini che hanno firmato la proposta di legge,- ha commentato il Segretario Generale della FNP CISL di Puglia Vitantonio Taddeo - Ringraziamo il Presidente del Consiglio Regionale della Puglia, Mario Loizzo e le Commissioni Consiliari, che in via preliminare, avevano già esaminato ed approvato la nostra proposta di Legge con tempestività.Adesso ci aspettiamo che la Legge proceda con celerità, che sia dotata di adeguati finanziamenti e che possa percorrere un facile cammino." Soddisfazione è stata espressa in aula dal presidente del Consiglio regionale, Mario Loizzo, primo firmatario della proposta di legge: «Un impegno assolto e una buona legge di cui la Puglia può considerarsi orgogliosa - ha detto - come può esserlo dei suoi anziani ai quali ci si rivolge in questa regione con uno sguardo amico». La proposta di legge di iniziativa popolare è stata presentata a giugno del 2018 dalle federazioni regionali dei pensionati Spi Cgil, Fnp Cisl, Uilp Uil, insieme a Cgil, Cisl e Uil di Puglia, Auser, Anteas, Ada e dai rappresentanti del Forum del terzo settore e del Csv.

Torna su
BariToday è in caricamento