Alla scoperta di "Bari nostra"

Alla scoperta di "Bari nostra"

'Bari archeologica': le case medievali della città vecchia e l'"isolato 49"

Questa settimana PugliArte vi porta alla scoperta di "Bari Archeologica", un percorso che, attraverso i secoli, documenta le evidenze architettoniche e archeologiche che attestano la millenaria storia della nostra Bari e ci mostra i sotterranei dei più bei palazzi e delle chiese della città vecchia.

Vi abbiamo già parlato di tutto l'itinerario, oggi invece ci soffermiamo su una tappa del percorso e vi presentiamo l'isolato 49.

Questo complesso di case medievali, comunemente noto come "Isolato 49", è sede oggi della direzione regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici della Puglia. L'isolato si trova a ridosso della Cattedrale e delle antiche mura cittadine corrispondendo quindi al vicinio cinquecentesco denominato del "Palazzo Vescovile" .

L’abitato presenta, pressoché intatta la sua struttura anche se, visibilmente modificate nel corso dei secoli, sono ancora leggibili le monofore, i portali e gli archi interni. Dal punto di vista architettonico il complesso si inserisce in quel fitto reticolo di vicoli, corti e piazze che caratterizza il centro storico di Bari, mostrando prospetti diversi a testimoniare come col passare del tempo mutino esigenze estetiche e funzionali. 

È visibile un’ulteriore tipicità del patrimonio architettonico medievale barese: la cosiddetta “Casa Torre”, sopravvissuta all’indiscriminato intervento di diradamento edilizio, negli anni Trenta del secolo scorso, dell’area del vicino Episcopio su cui un tempo sorgeva la popolosa corte di Colagualano, dal nome del ricco proprietario di numerose case ivi esistenti. Le case torri sono riconoscibili perché caratterizzate da una struttura che si eleva in verticale su due o tre livelli. 

La scelta architettonica della Casa Torre non è casuale, infatti, oltre a rispondere a esigenze abitative, non vi era più molto spazio per le costruzioni in orizzontale, consentiva anche una funzione difensiva. Prescelta dai nobili e commercianti, diventa emblema del potere e della ricchezza familiare. Nel complesso dell'isolato 49 si possono ancora ammirare le case torri della famiglia Boccapianola e della famiglia Rinaldi, sede oggi del Museo Civico Storico.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Se vi abbiamo incuriositi vi aspettiamo domenica 10 aprile ore 10.30 con l'itinerario "Bari Archeologica". Prenotazione obbligatoria a info@pugliarte.it Costo: 10 euro (comprensivo di biglietto d'ingresso al succorpo della Cattedrale).

" Alla scoperta di ""Bari nostra"" "

Un viaggio tra arte, storia e cultura, a cura dell'associazione PugliArte, per conoscere la città e scoprirne anche gli angoli più nascosti e le leggende più affascinanti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BariToday è in caricamento