Martedì, 15 Giugno 2021
Giardino

Glicine, i segreti per coltivare il fiore dell'amicizia

Il Glicine è una tra le più belle rampicanti, il suo colore è unico e nasconde un profondo significato.

Con la primavera i giardini delle nostre case come anche quelli pubblici di Bari si tingono di colori meravigliosi: azalee, rose, primule, magnolie, biancospino, ciliegio, mandorlo e tanti altri splendidi fiori. Tra tutti spicca la splendida colorazione del Glicine. I suoi fiori a grappolo decorano festosamente i pergolati, i balconi e le recinzioni, con un bel viola dalle mille sfumature, addobbando mirabilmente i giardini e gli edifici. Vediamo insieme come cresce questa meravigliosa pianta rampicante che ha origini molto lontane.

Coltivazione e potatura del glicine

Il glicine ama posizioni soleggiate, un terreno fresco e profondo, che sia ricco di elementi nutritivi. Particolarmente adatto ai terreni argillosi, si adatta comunque a qualunque altro tipo di terreno tranne quello calcareo. Richiede annaffiature moderate, che favoriscono una forma compatta ed una fioritura raccolta.  

La potatura del glicine ha l'obiettivo da una parte di controllarne e indirizzarne la crescita rigogliosa, dall'altra di incrementare la produzione dei fiori. Sono consigliate due potature durante l'anno: una a luglio e ad agosto per stimolare la fioritura e dare alle piante un aspetto ordinato. L'altra durante l'inverno, dopo la caduta delle foglie, ma se il clima è troppo freddo ai primi tepori si accorciano i rami, lasciando almeno quattro o cinque gemme.

Il glicine cresce avvolgendosi sia in senso orario che antiorario intorno a qualsiasi supporto. Può raggiungere i 20 metri in altezza e i 10 orizzontalmente. Bisogna prestare un po' di attenzione alla sua forza: se avvinghiato ad una grondaia con il tempo può deformarla.

Un'altra avvertenza valida soprattutto per i bambini, ma non solo: i frutti del glicine sono dei legumi e contengono semi velenosi. In tutte le parti della pianta è presente una saponina chiamata wisterina, che è tossica se ingerita e può causare vertigini, confusione, problemi di linguaggio, nausea, vomito, dolori di stomaco, diarrea e collasso ma la maggior concentrazione è nei semi, che hanno causato avvelenamento in bambini e animali domestici in molti Paesi, producendo gastroenterite da lieve a grave ed altri effetti.

Il glicine è una splendida pianta ornamentale che nel linguaggio dei fiori indica amicizia. Nelle filosofie orientali rappresenta la coscienza dell'uomo. 

Il Giardino Di Re Sole Via Madonna del Pozzo, 162 Capurso

Bondanese Le Quattro Stagioni Via Bari, 38 Capurso

Emozioni Fiorite  Via Giovanni Verga, 27

Floral Designer Via Giulio Petroni, 102 Bari

Veronico Saverio Creazioni Floreali Dal 1966 Viale Japigia, 19 Bari 

Fiori D'Arancio Via Alessandro Maria Calefati, 250 Bari

Arte della Cartapesta e Fiori a Valenzano NINI' Corso Aldo Moro 37Valenzano

Terra Verde SP74, 70010 Valenzano

Esecuzione Verde Via Giulio Petroni, 129/G, Bari

Lavermicocca Gardening & Design Via Bitritto, 115/A Bari

Vivaio Lama dell'Angelo Via San Vincenzo Noicattaro

Il Germoglio Str. Complanare Ovest San Giorgio

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Glicine, i segreti per coltivare il fiore dell'amicizia

BariToday è in caricamento