"Il coraggio della legalità: Paolo Borsellino", lo spettacolo in scena alla Casa di Pulcinella della Compagni Stabile

La Direzione della Casa di Reclusione di Roma Rebibbia in collaborazione con AICS Bari presentano la compagnia Stabile Assai in IL CORAGGIO DELLA LEGALITA': Paolo Borsellino
È lo spettacolo della stagione 2017/2018 della Compagnia Stabile Assai.
“Giovanni Falcone e Paolo Borsellino si identificano con la scelta di due personaggi di non indietreggiare di fronte alla “certezza della morte”.
A Palermo, il giudice Borsellino, dopo la morte del suo fraterno amico e collega Giovanni Falcone, non rinuncia a proseguire nell’opera di indagine contro i corleonesi, esponendosi ad un attentato che arriverà puntuale, come il tradimento dei vertici dello Stato che non fanno nulla per rimuoverlo da una sede che si rivelerà mortale per questo coraggioso Magistrato e per gli uomini della sua scorta nella strage di via D’Amelio.
Lo spettacolo rende omaggio a due figure che hanno saputo interpretare sino alla fine il ruolo di “servitori dello Stato” con una dignità e con una “onestà di principi” fuori dal comune.
Il riferimento all’“Agenda rossa di Paolo Borsellino”, alle dichiarazioni della famiglia del Magistrato, 25 anni dopo, alle assurde affermazioni del giudice Sagunto e dell’inafferabile “Corvo”
costituiscono l’ossatura degli spunti che sono stati utilizzati per costruire questo ennesima testimonianza di “Teatro di denuncia” di cui è significativa esponente la Compagnia Stabile Assai,
come noto patrimonio artistico della Presidenza nazionale dell’AICS che, da sempre, ne sostiene le vicende.

GLI ATTORI:
COSIMO REGA, Clara MORLINO, Alfonso CARFORA, Arcangelo IANNACE, Tamara
BOCCIA, Angelo CALABRIA, Paolo LOPPI
MUSICISTI:
Paolo PETRILLI fisarmonica; Gian Franco SANTUCcI voce e tammorra; Roberto TURCO basso e
chitarra; Lucio TURCO batteria

INGRESSO GRATUITO fino ad esaurimento posti

La Compagnia Teatro Stabile Assai della Casa di Reclusione Rebibbia di Roma è un gruppo teatrale operante all'interno del contesto penitenziario italiano.
Fondata nel 1982 da Antonio Turco, responsabile delle attività culturali presso la Casa di reclusione di Rebibbia, si serve dell'attività teatrale come strumento di socializzazione e riadattamento.
La compagnia è formata da detenuti e da detenuti semi-liberi che fruiscono di misure premiali, oltre che da operatori carcerari e da musicisti professionisti. I testi degli spettacoli sono inediti, scritti con la collaborazione di tutti i detenuti.
Nel 2009, la Compagnia si è esibita alla Camera dei deputati alla presenza del ex-Presidente della Camera, Gianfranco Fini, della ex-Presidente della Commissione Giustizia del Senato, Giulia Bongiorno e, nel 2011, in Campidoglio alla presenza del ex-Sindaco di Roma, Gianni Alemanno.
Nel corso degli anni, la Compagnia ha collezionato diversi riconoscimenti, tra cui nel 2011 il "Premio Massimo Troisi".
Sulla Compagnia è stato girato il documentario Offstage, del regista Francesco Cinquemani.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Teatri, potrebbe interessarti

  • 'I solisti', all'Abeliano di Bari la rassegna di performance e studio con attori pugliesi

    • dal 24 settembre al 12 dicembre 2020
    • Taetro Abeliano
  • Online il meglio di Ninni Di Lauro

    • Gratis
    • dal 10 novembre al 10 dicembre 2020
    • web
  • Lo spettacolo 'Il fantasma di Canterville ' per 'La Prosa del lunedì con i classici dell'Abeliano'

    • 30 novembre 2020
    • online

I più visti

  • ''Lezioni di Storia, Le opere dell’uomo'', al Petruzzelli di Bari tornano gli appuntamenti con la cultura e i viaggi a ritroso nella storia

    • dal 18 ottobre al 13 dicembre 2020
    • Teatro Petruzzelli
  • Mostra virtuale 'Hommage à Sburracchioni'

    • Gratis
    • dal 25 aprile al 31 dicembre 2020
  • Brunori Sas in concerto al Palaflorio di Bari

    • 5 dicembre 2020
    • Palaflorio
  • VIII edizione ''Alla scoperta di Noja''

    • fino a domani
    • Gratis
    • dal 5 ottobre al 29 novembre 2020
    • Lama Giotta
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    BariToday è in caricamento