Il Balletto del Sud in scena al TeatroTeam in "Le quattro stagioni"

L'argomento trattato utilizza le stagioni per riflettere sulle fasi della vita dell'uomo. Le stagioni della vita o meglio dei sentimenti non sono dettate da mutamenti repentini scadenzati da giorni precisi del calendario, ma sono legate alla reazione emotiva de "l'uomo collettivo" agli eventi che accadono. Per sostenere la tesi Fredy Franzutti affida la legazione dei quadri danzati ai versi del poeta inglese Wystan Hugh Auden e alla sua analisi, spesso “peggiorista” – attributo che Auden aveva coniato per sé - della società dell'uomo comune definito “l'ignoto cittadino”. I testi sono interpretati dal valido attore Andrea Sirianni spesso impegnato in produzioni di arti integrate e melologhi. Alle note familiari di Vivaldi si alternano in contrasto le a-melodie ritmate di John Cage che non solo ci portano alle esigenze dell'uomo moderno (al dissapore e all'amarezza che il confronto con la società ha generato), ma anche alle straordinarie potenzialità espressive di questa età dell'ansia che abbiamo chiamato contemporaneità. Se dunque la personale primavera è il rapporto con l'amore, il calore dell'estate è l'allegoridell'immobilità, intesa come inabilità e incapacità di cambiamento, o come disinteresse delle disgrazie altrui (come nell'Icaro del fiammingo Pieter Bruegel). L'autunnale caduta delle foglie e l'arrivo della pioggia insistente ci riporta alla routine dei pendolari, al modo pratico e consueto di procedere nell'attività quotidiana. Il rumore dei tuoni ci rinnova la paura delle persecuzioni, l'ingiallimento della natura rimanda alla consapevolezza d'appartenenza ad una società incline al marcire e spaventati dall'oscurità delle nubi,perché non vediamo dove stiamo, ci sentiamo (come scrive Auden) persi in un mondo stregato, bambini spaventati dalla notte.

Attore: Andrea Sirianni

Danzano: Nuria Salado Fustè,  Alexander Yakovlev, Carlos Montalvan, Beatrice Bartolomei, Lucia Colosio, Ovidiu Chitanu,  Elia Davolio,  Alice Leoncini,  Lucio Mautone,  Federica Scolla, Giuseppe Stancanelli,  Gabriele Togni, Valerio Torelli,  Monica Verì, Giorgia Bergamasco, Bianca Cortese, Camino Llonch, Letizia Rossetti, Fabiana Serrone.  

In scena con i danzatori l' "Orchestra  di Stato Ungherese Alba Regia"

Sabato 24 Febbraio 2018 ore 21
PREZZI
Biglietto Standard:
Poltronissima VIP: € 35
Poltrona: € 28
Galleria: € 25


Biglietto Ridotto (giovani fino a 26 anni):
Poltronissima VIP: € 22


Pacchetto Famiglia (2+1):
Poltronissima VIP: € 36

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Teatri, potrebbe interessarti

  • 'I solisti', all'Abeliano di Bari la rassegna di performance e studio con attori pugliesi

    • dal 24 settembre al 12 dicembre 2020
    • Taetro Abeliano
  • 'Pierino e il Lupo, dal palco del Teatro Piccinni in scena lo spettacolo in streaming con l'Orchestra metropolitana e Pinuccio

    • solo oggi
    • 22 novembre 2020
    • Online
  • Appuntamento in steaming con la Prosa del lunedì' con i classici del Teatro Abeliano

    • solo domani
    • 23 novembre 2020
    • Online

I più visti

  • ''Lezioni di Storia, Le opere dell’uomo'', al Petruzzelli di Bari tornano gli appuntamenti con la cultura e i viaggi a ritroso nella storia

    • dal 18 ottobre al 13 dicembre 2020
    • Teatro Petruzzelli
  • Mostra virtuale 'Hommage à Sburracchioni'

    • Gratis
    • dal 25 aprile al 31 dicembre 2020
  • Brunori Sas in concerto al Palaflorio di Bari

    • 5 dicembre 2020
    • Palaflorio
  • VIII edizione ''Alla scoperta di Noja''

    • Gratis
    • dal 5 ottobre al 29 novembre 2020
    • Lama Giotta
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    BariToday è in caricamento