"Sostegni adeguati e un piano per ripartire", il grido d'aiuto degli esercenti baresi: "Vogliamo tornare a lavorare"

Anche a Bari l'iniziativa promossa da Confesercenti per la mobilitazione indetta a livello nazionale: un 'flash mob' veicolato attraverso i media, per dare voce ai titolari delle attività piegate dalle restrizioni anticovid: "Portiamo le imprese fuori dalla pandemia"

 

"Sostegni adeguati alle perdite realmente subite e ai costi fissi sostenuti, credito immediato e un piano per permettere alle imprese di riaprire in sicurezza". Sono queste le richieste lanciate da Confesercenti a livello nazionale in occasione della mobilitazione 'Portiamo le imprese fuori dalla pandemia'.

Anche a Bari, oggi 7 aprile, la Confesercenti provinciale ha organizzato una serie di iniziative 'a distanza di sicurezza' per dare voce alle richieste delle attività economiche  del Terziario, del Commercio, del Turismo.
 
Le proposte di Confesercenti sono oggetto di una petizione on line, che è possibile sottoscrivere su www.confesercenti.it da mercoledì 7 aprile, e saranno inviate domani in massa contemporaneamente ai membri del Governo, a deputati e senatori, ai governatori delle Regioni, Presidenti di provincia e sindaci. Nella petizione ci sono proposte sui sostegni e sul credito alle imprese, sulle riaperture e sulla fiscalità.  L’iniziativa sarà accompagnata da una lettera aperta al Presidente della Repubblica Sergio Mattarella da parte della Presidente di Confesercenti Patrizia De Luise. “Noi imprese siamo il motore dell’economia e del lavoro. Solo se ripartiamo, riparte l’Italia. Abbiamo bisogno di più di ciò che ci è stato finora dato”. 

Confesercenti Bari ha dato vita a un flash mob 'online', chiedendo a tutte le nostre sedi territoriali una serie di contenuti visivi, tra cui video testimonianze di titolari di attività e post specifici mirati al tema dell’evento. Inoltre la Presidente, Raffaella Altamura, ha inoltrato una nota simultaneamente agli organismi provinciali, al Prefetto, al Presidente Area Metropolitana di Bari e ai sindaci affinchè sostengano con iniziate mirate le imprese del territorio. 
 

Potrebbe Interessarti

Torna su
BariToday è in caricamento