rotate-mobile
Giovedì, 23 Maggio 2024

Frenata sulle primarie del centrosinistra a Bari. Laforgia: "Sospenderle". Vendola: "Non dobbiamo perdere l'anima"

Il candidato: "Spero che questa decisione sia condivisa" con l'avversario Vito Leccese "e che nei prossimi giorni troviamo una soluzione per mantenere unita tutta la coalizione come tentiamo di fare intorno a questa candidatura da qualche mese

"Non abbiamo deciso niente di diverso da quello che è evidente a tutti. Non ci sono le stesse condizioni che c'erano prima per fare queste Primarie. Chiederemo di sospenderle". E' quanto dichiarato dal Michele Laforgia, uno dei due candidati in corsa alla consultazione fissata per domenica prossima per scegliere il nome del centrosinistra per la carica di sindaco di Bari alle Elezioni di giugno. Laforgia ha parlato prima dell'evento elettorale in programma in piazza Libertà al quale hanno preso parte anche Nichi Vendola e il leader del M5S, Giuseppe Conte, che poco prima aveva annunciato l'impossibilità del M5S di partecipare alle Primarie. 

Una decisione che arriva dopo le dimissioni dell'assessora regionale ai Trasporti, Anita Maurodinoia, indagata nell'inchiesta su un presunto voto di scambio politico-elettorale che ha portato, tra gli altri, all'arresto di suo marito Sandro Cataldo e del sindaco di Triggiano Antonio Donatelli.

Laforgia (sostenuto da sinistra, associazioni, M5S, Sinistra Italiana, Italia Viva e altre civiche nonché da una parte del Pd) ha annunciato che chiederà al suo avversario, Vito Leccese (supportato dalla gran parte del Pd, da civici, Azione, Verdi e altre formazioni politiche), di appoggiare la sospensione delle Primarie: "Spero che questa decisione sia condivisa e che nei prossimi giorni troviamo una soluzione per mantenere unita tutta la coalizione come tentiamo di fare intorno a questa candidatura da qualche mese. In questo periodo ho fatto passi in avanti, sono pronto a farne altri. Se mi sarà chiesta una soluzione mi si dovrà dire qual è, quali sono le condizioni e discuteremo di qualsiasi ipotesi ma oggi non ci sono né le condizioni per le Primarie, né per fare un passo indietro. Semmai, quello che è accaduto ci spinge a fare passi in avanti. E' accaduto quello che temevamo potesse accadere. Si parla di un malaffare denunciato da più parti in cui le forze politiche, il centrosinistra e i candidati sono delle vittime. Dovremmo liberarci da questo tipo di problema". 

"Non so cosa farà il Pd - aggiunge Laforgia - ma sarò più candidato di prima. Non credo ci siano i tempi tecnici per le Primarie. E' vero che abbiamo l'esempio del centrodestra che non ha un candidato, però cerchiamo di avere un minimo di serietà nel rapporto con l'elettorato. Le forze politiche che hanno proposto e appoggiato la candidatura in questi mesi sono presenti in massa. Bari è un caso nazionale che non può essere solo un esempio negativo per quello che sta accadendo. Bari deve essere un esempio per il riscatto del centrosinistra e soprattutto per mantenere i passi in avanti enormi che ha fatto la città in questi anni".

Prima del comizio ha parlato anche l'ex presidente della Regione Puglia, Nichi Vendola: "Dobbiamo rigenerare la Primavera - ha detto -, vedere le cose sbagliate, gli errori commessi. Bisogna dire la verità e rilanciare perchè la coalizione di centrosinistra ha trasformato la Puglia e Bari e non è eppure giusto che lo stigma della mafiosità possa annullare il cambiamento straordinario che per 20 anni il centrosinistra ha costruito per questa città. Quello che ha lambito la nostra coalizione rappresenta un problema che dobbiamo affrontare con coraggio. Non c'è nessuno che possa fare la lezione a noi. I clan li abbiamo sfidati, quartiere per quartiere, città per città. Abbiamo avuto il coraggio di salire sui palchi e di dire i nomi dei capimafia. Lo feci tanti anni fa salendo su un palco di Bari Vecchia. Bisogna che tutti facciano quest'opera di pulizia. Bisogna lottare per cercare di vincere senza avere paura di perdere. La cosa peggiore non è perdere le elezioni ma perdere l'anima e abbiamo il dovere di dare al centrosinistra l'anima della speranza, del cambiamento, della libertà dalla forza di sopraffazione dei clan. Lavoro fino all'ultimo istante affinchè non ci sia questa ipotesi di andare divisi".

Video di Giorgio Puzzovio

Copyright 2024 Citynews

Video popolari

Frenata sulle primarie del centrosinistra a Bari. Laforgia: "Sospenderle". Vendola: "Non dobbiamo perdere l'anima"

BariToday è in caricamento