rotate-mobile
Domenica, 29 Maggio 2022

Il sindaco difende le orecchiette di Bari Vecchia, gli insulti in dialetto diventano rap: "Men, Decaro"

Un audio con parolacce rivolte da un barese al primo cittadino dopo la vicenda della pasta fresca distrutta a seguito di controlli della Polizia Locale

Un audio diventato virale, con parolacce in dialetto rivolte al sindaco Decaro 'reo' di aver messo i bastoni tra le ruote ai venditori di carne alla brace e pesce crudo e difeso le orecchiette prodotte dalle signore di Bari Vecchia, dopo il caso della pasta distrutta a seguito di controlli della Polizia Locale in un ristorante cittadino, poiché senza tracciabilità.

Il rap 'Men Decar' è stato postato dallo stesso sindaco di Bari sulla sua pagina Facebook: "Nelle ultime ore si è fatta molta confusione - ha dichiarato commentando il video -. Vorrei chiarire che mentre gli gn’mridd prodotti con carne avariata sulle fornacelle e il pesce crudo sciacquato nell'acqua sporca del porto fanno molto male, le orecchiette di Bari vecchia sono sanissime e noi le difenderemo. Se per caso lo conoscete, ditelo voi al signore che ha mandato questo vocale, da cui il mio amico Giovanni Sasso ha ricavato questo piccolo rap".

Sullo stesso argomento

Video popolari

Il sindaco difende le orecchiette di Bari Vecchia, gli insulti in dialetto diventano rap: "Men, Decaro"

BariToday è in caricamento