'Puliamo il mondo', volontari setacciano le coste per raccogliere i rifiuti: "Chili e chili di plastica lasciati vicino al mare"

L'iniziativa di Legambiente ha visto anche per il 2021 il sostegno di Maiora – Despar Centro Sud, con circa 200 dipendenti della catena di supermercati e clienti che hanno ripulito le aree normalmente occupate dai bagnanti

Quasi 60 chili di rifiuti, tra plastica, cartacce, mozziconi di sigarette. Persino una boa e dei tubi di ferro. È il bilancio di un pomeriggio di raccolta sulla costa di Giovinazzo, una delle 20 città - in cinque regioni italiane - coinvolte nel progetto 'Puliamo il mondo' di Legambiente. Dal 24 al 26 settembre ad armarsi di guanti, sacchi e pinze, sono stati anche 200 dipendenti di Maiora - Despar Centro sud - titolare dei marchi Despar, Eurospar e Interspar - e i clienti dei supermercati nei comuni pugliesi coinvolti dal progetto.

E tra i tanti nemici dell'ambiente sulle coste, quello peggiore sembra essere proprio la plastica, di cui se ne raccolgono svariati chili durante le operazioni di pulizia sulla battigia, come ci spiega Grazia De Gennaro, responsabile comunicazione di Maiora - Despar Centro Sud, in questa video-intervista.

Video popolari

'Puliamo il mondo', volontari setacciano le coste per raccogliere i rifiuti: "Chili e chili di plastica lasciati vicino al mare"

BariToday è in caricamento