energia

Energia solare, Saglia: "Puglia prima in Italia, ma secondo principio da Far West"

Il sottosegretario allo Sviluppo Economico, intervenendo alla "V Giornata dell'energia pulita" alla Fiera del Levante, ha commentato la performance pugliese nello sviluppo delle energie rinnovabili, facendo riferimento alle scelte fatte dalla Regione per incoraggiare la crescita del fotovoltaico

"La Puglia è diventata la capitale del solare ma lo è diventata con un principio di far west che sicuramente desta qualche preoccupazione". Sono le parole con le quali Stefano Saglia, sottosegretario allo Sviluppo Economico, oggi in Fiera per  partecipare alla "V Giornata dell'energia pulita", ha risposto ai giornalisti che gli chiedevano di commentare la situazione dell'energia solare in Puglia, dove in molti denunciano un'invasione di pannelli fotovoltaici.

Nello sviluppo delle energie rinnovabili in Italia, secondo il sottosegretario, la Puglia, che da sola ricopre circa la metà dei 10mw di potenza installati negli ultimi due anni, rappresenterebbe "un caso a sè".  "Questa situazione - ha spiegato Saglia - dipende dalla decisione della Regione Puglia di favorire le autorizzazioni attraverso le Dia: era ed è facilissimo realizzare un impianto fotovoltaico in Puglia, più di quanto non lo sia altrove. Non diamo un giudizio negativo ma constatiamo che è una scelta della regione. Noi abbiamo cercato di governare questo fenomeno ed abbiamo ridotto gli incentivi in una misura graduale, non scoraggiando gli investimenti, però oggi c'é sicuramente un problema in Puglia, determinato anche dal fatto che non sempre questa energia viene poi veicolata nella rete perché questa non è magliata in maniera sufficiente".

Sempre in tema di energia, il sottosegretario ha preannunciato che la detrazione fiscale sugli interventi per l'efficienza energetica potrebbe essere rinnovata a lungo termine. "Assieme al ministro Romani nella costruzione dei provvedimenti per la crescita - ha reso noto Saglia - cercheremo di convincere il ministro dell'Economia che la detrazione è virtuosa perché produce anche un maggior gettito per le casse dello Stato facendo emergere anche molta evasione fiscale. Speriamo di riuscire a trovare lo spazio per poterla rinnovare almeno per un triennio".
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Energia solare, Saglia: "Puglia prima in Italia, ma secondo principio da Far West"

BariToday è in caricamento