Casa

Controllo caldaia a Bari: tutte le informazioni

Tutte le informazioni utili sul controllo della caldaia: ongi quanto tempo farlo, come funziona e a chi rivolgersi

Il d.lgs. 192/05 -il cosiddetto “codice dell'energia” attuativo della direttiva 2002/91/CE- ha adeguato la normativa precedente ai nuovi standard europei relativi all'efficienza e al rendimento energetico, dettando nuove norme relativamente ai livelli di isolamento termico, all'installazione e manutenzione degli impianti, nonche' alla certificazione energetica degli edifici, che diventa obbligatoria per quelli nuovi o ristrutturati.

Per quanto riguarda i controlli obbligatori degli impianti termici, ovvero le caldaie, il decreto ha fissato nuove scadenze semplificando sia gli adempimenti del cittadino che quelli dell'ente locale adibito al controllo.


LA MANUTENZIONE ORDINARIA
Le nuove lasciano all'impresa installatrice la possibilita' di fissare la frequenza e la tipologia delle operazioni di manutenzione, che normalmente comprendono controlli di funzionamento e di sicurezza (ricerca di eventuali perdite, per esempio) e una pulizia.
Se la ditta installatrice non provvede, e in mancanza di altri riferimenti, valgono le norme UNI e CEI dello specifico apparecchio che prevedono in ogni caso manutenzioni con cadenza minima annuale.

Il libretto di impianto della caldaia e' in ogni caso la prima fonte di informazioni. Di solito esso rimanda alle periodicita' minime fissate dalla legge, che prevedono manutenzioni almeno annuali per tutti i tipi di caldaie (si vedano il d.p.r. 551/99 e le norme UNI 10435 o 10436 suddette), sia quelle di riscaldamento autonomo (di potenza inferiore ai 35 kw, dette anche "caldaiette"), sia quelle condominiali dei riscaldamenti centralizzati (di potenza superiore ai 35 kw).


I CONTROLLI SULLE EMISSIONI
Riguardano in generale l'"efficienza energetica" dell'impianto e si esplicano con l'esame dei fumi, il controllo del rendimento di combustione, etc. Il libretto di impianto, anche in questo caso, rimane la prima fonte d'informazione sulla loro periodicita', ed in mancanza valgono gli intervalli minimi fissati dalla legge, ovvero:
- per gli impianti alimentati a combustibile liquido o solido indipendentemente dalla potenza ovvero per quelli alimentati a gas (caldaie) di potenza nominale maggiore od uguale a 35 kw : ALMENO UNA VOLTA ALL'ANNO;

- impianti a gas di potenza inferiore a 35 kw dotati di generatore di calore con anzianita' di installazione superiore agli 8 anni nonche' scaldabagni dotati di generatore di calore ad acqua calda a focolare aperto installati all'interno dei locali abitati: ALMENO UNA VOLTA OGNI DUE ANNI;

- impianti di potenza inferiore a 35 kw con anzianita' inferiore agli 8 anni e comunque non rientranti nelle precedenti categorie: ALMENO UNA VOLTA OGNI QUATTRO ANNI;

AL TERMINE DELLE OPERAZIONI -siano esse di manutenzione o di controllo- il tecnico deve provvedere a redigere e sottoscrivere un "rapporto di controllo tecnico” conforme ai modelli previsti dalla legge.

COSTI E CONVENZIONI
I costi delle manutenzioni ordinarie variano, ovviamente, a seconda della ditta a cui ci si rivolge, nonche' dal tipo di caldaia (murali o a basamento). Se non si sottoscrive un contratto sono spesso dovuti i diritti di chiamata, e la tariffa potrebbe essere commisurata alla durata dell'intervento.
Il costo annuale di un abbonamento per una normale caldaia singola (di potenza inferiore ai 35kw) varia, abitualmente, da 70 a 150 euro a seconda che vi sia compresa la pulizia.

C'e' da dire che spesso gli enti locali (i Comuni o le Province) sottoscrivono convenzioni con le associazioni dei manutentori inerenti la manutenzione ordinaria ed i controlli periodici delle caldaie di potenza inferiore ai 35 kw (quelle che piu' comunemente si trovano negli appartamenti), fissando delle tariffe annuali di manutenzione che non di rado comprendono anche gli adempimenti di autocertificazione.


LE SANZIONI
Il responsabile dell'impianto, che come abbiamo gia' detto coincide con chi occupa l'immobile dove questo si trova (proprietario, inquilino oppure il "terzo responsabile" da questi nominato) deve mantenere in esercizio l'impianto e provvedere affinche' siano eseguite le operazioni di controllo e di manutenzione secondo quanto prevede la legge. Se cio' non avviene sono applicabili sanzioni amministrative variabili da 500 fino a 3.000 euro.

La legge consente inoltre alle imprese di distribuzione del gas di sospendere la fornitura su richiesta dell'ente locale (Comune o Provincia) nei casi in cui l'impianto risulti non conforme alle norme oppure qualora il responsabile dello stesso (proprietario, inquilino, etc.) si rifiuti ripetutamente di consentire i controlli.
Per molti Comuni l'assenza del proprietario ai controlli fissati viene intesa come accesso negato e rifiuto, quindi e' bene fare attenzione, non sottovalutando l'importanza dei controlli e la propria responsabilita'.

Il tecnico manutentore che non esegue i controlli conformemente a quanto dispone la legge o non rilascia il rapporto di controllo tecnico, e' punibile con una sanzione amministrativa variabile da 1.000 a 6.000 euro. L'amministrazione che applica la sanzione deve anche segnalare il comportamento del tecnico alla locale camera di commercio.

Ecco alcune ditte che si occupano di controllo e manutenzione caldaie a Bari e provincia:

Climax Di Cianci Biagio
www.paginegialle.it/climaxbari
Via delle Forze Armate, 46, Bari

Scaltrito - Installazione E Manutenzione Caldaie E Bruciatori A Gas
Via Enrico De Nicola, 51, Capurso Bari
080 4552059
   
Top Quality srl
www.reteimprese.it/topqualitysrl
Via Vittorio Veneto, 53, Bari
335 529 6977

Sare di Angelo Tavani
www.sareangelotavani.it/
Via Osvaldo Marzano, 12, Bari
080 502 3397

Convertino Gas-Clima Srl
www.convertinogasclima.com/
Via Vito Basile, Locorotondo Bari
080 4312775

Caldaie Tutto Idraulica
Via S.Ardillo, 30, Valenzano Bari
080 467 1007

Sinergia System Srl
Via Mazzini, 26, Bitonto Bari
080 3744850

Pietrantonio Michele
Via L.Da vinci, 38, Valenzano Bari
080 460 2250
   
Max Clima Di Massimo Pennacchio
Via Pasquale Berardi, 10, Bitonto Bari
080 3715403
 
DITTA QUINTANO PIETRO PAOLO FIGLI
Via De Giosa, 65, Altamura Bari
080 310 3011

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Controllo caldaia a Bari: tutte le informazioni

BariToday è in caricamento