rotate-mobile
Giovedì, 18 Agosto 2022
Salute Castellana Grotte

Un nuovo farmaco per curare i tumori gastroenterici, parte al 'De Bellis' di Castellana Grotte la sperimentazione sul primo paziente

L'Istituto in provincia di Bari è il primo in Puglia a testare il farmaco. Il nuovo medicinale agisce, insieme alla chemioterapia, sul sistema immunitario del malato

Un nuovo farmaco che aumenta l'efficacia delle terapie contro i tumori del tratto gastroenterico sarà testato presso l'Istituto Nazionale di gastroenterologia 'Saverio De Bellis' di Castellana Grotte, in provincia di Bari. La somministrazione del farmaco avverrà, in questi giorni, sul primo paziente con una neoplasia gastroenterica, scelto dagli scienziati per la sperimentazione. La struttura è la prima in Puglia ad ottenere l'autorizzazione per eseguire gli studi clinici di 'fase 1', necessari per valutare l'efficacia e la tollerabilità del farmaco sperimentale che, somministrato con la regolare terapia chemioterapica, aumenta le probabilità di guarigione dalla malattia. L'azione del nuovo medicinale interviene direttamente sul sistema immunitario del paziente.

La sperimentazione parte in questi giorni, presso l'Istituto di Castellana Grotte, dopo le necessarie ispezioni compiute dall'Aifa, l'Agenzia Italiana del Farmaco. “Siamo fieri di poter offrire al cittadino una possibilità in più, contribuendo a ridurre il disagio dei cosiddetti viaggi della speranza, ed assicurando inoltre un percorso assistenziale e scientifico di certificata qualità come è quello della sperimentazione di fase 1 - ha affermato il Direttore scientifico e responsabile dell’Unità di Ricerca Clinica di Fase I, Gianluigi Giannelli - Si tratta di un’ulteriore testimonianza di quel livello di eccellenza che l’Istituto De Bellis ha raggiunto nel corso di questi anni".

"Il De Bellis, da anni, ha sposato con successo il connubio assistenza e ricerca per migliorare i percorsi diagnostici e terapeutici in favore dell’utenza - ha sottolineato il Direttore Generale, Tommaso Stallone - ed il raggiungimento di questo traguardo rappresenta un importante segnale non soltanto per l’Istituto, ma anche per la Regione Puglia”. I Complimenti, all'equipe medico scientifica della struttura di Castellana Grotte, giungono anche dal Presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, che indica il percorso del 'De Bellis' come un esempio da seguire per "modernizzare sempre meglio la rete ospedaliera, portare salute nei territori, incrementare i servizi ed incrociare sempre più i bisogni di salute dei pugliesi".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un nuovo farmaco per curare i tumori gastroenterici, parte al 'De Bellis' di Castellana Grotte la sperimentazione sul primo paziente

BariToday è in caricamento