menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sanità, M5s contro i tagli "dell'era Vendola". Nel mirino Michele Ventricelli

I grillini di Polignano si dicono indignati ma non stupiti per quanto sta accadendo negli ospedali di Monopoli e Altamura in merito alla riduzione dei posti letto. Il taglio deciso per Altamura è stato poi annullato. "Ma lì c'è il politico di turno"

“Non sindachiamo certo ma basta cercare di capire chi davvero è Ventricelli per comprendere meglio la faccenda”. Così gli attivisti di Movimento 5 Stelle prendono di mira il consigliere regionale altamurano di Sel e parlano di sanità.

Una polemica che dal mare giunge a nord-ovest, sulla Murgia, perché questi grillini scrivono da Polignano. Al centro vi è la questione della sanità “nell’era Vendola” e precisamente quanto sta succedendo a Monopoli e ad Altamura, con differenti esiti. “Alla cardiologia di Monopoli - scrivono - verranno solamente riassegnati appena i 2 posti letto per poter creare, in questo modo, la cosiddetta “area critica”, la cui funzione in realtà risulta ancora sconosciuta persino agli stessi addetti del settore”.

In città invece, poco tempo fa, presso il reparto di Oncologia dell’ospedale “Umberto I” si è presentata una situazione molto simile: la soppressione di sei posti letto. E’ seguita una “ribellione” generale tanto da far coalizzare personale medico e pazienti provenienti da tutto il circondario, dietro un unico fronte. Da parte delle istituzioni c’è stato un interessamento sia del sindaco Stacca sia del consigliere regionale Michele Ventricelli, i quali si sono rivolti all’assessore Attolini. Il risultato: i posti in reparto saranno mantenuti. “Lo scorso 11 gennaio, infatti, il sig. Michele Ventricelli – scrivono i grillini - ha rilasciato un comunicato in cui afferma di essere compiaciuto che l’assessore regionale al ramo Attolini abbia accolto le richieste di mantenere aperto il reparto di oncologia di Altamura”. E la conclusione che traggono è questa: "Ventricelli, infatti, è consigliere regionale in quota SEL, residente ad Altamura. Immaginiamo quanto sia stato per lui difficile ottenere tale risultato! La verità è che in Puglia, come in tutta l’Italia un ospedale o un reparto possono considerarsi “salvi” solo se c’è il politico di turno”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Scuola in Puglia, c'è l'ordinanza di Emiliano: superiori in Ddi per un'altra settimana, per elementari e medie resta la scelta alle famiglie

social

Nuova arma contro il Coronavirus, farmaco già in uso efficace contro l'infezione Sars-CoV-2: è la ricerca dell'Università degli Studi di Bari

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento