AltamuraToday

Santeramo, polemiche sul maxischermo per Italia-Germania: Lassandro attacca il sindaco

Il primo cittadino Michele D'Ambrosio risponde ad una lettera inviatagli dall'ex candidato di Fascismo e Libertà. L'oggetto della discussione è il maxischermo per la semifinale di domani sera

Tra Giuseppe Lassandro, il giovane candidato ex sindaco per Mfl alle scorse amministrative e il vincitore di quella competizione, l’attuale sindaco Michele D’Ambrosio è di nuovo scontro.

Qualche giorno fa il primo cittadino pubblicava su facebook un’altra iniziativa: "Giovedì, Piazza Garibaldi sul Maxi-schermo Italia-Germania. Sarà un modo per vivere gioiosamente insieme – comunque vada – questa semifinale, con la recondita speranza di ritrovarci; sarà anche e soprattutto un’occasione per stare tutti insieme, cantare il nostro Inno, socializzare, fare amicizia”. Ma l’ex sfidante fascista non ha preso di buon grado l’appello lanciato dal sindaco tanto da inviargli una lettera in cui esprimeva il suo disappunto. E Michele D’Ambrosio ha risposto.
 
LA RISPOSTA - “Giuseppe Lassandro a nome del suo partito mi scrive, a proposito della partita di calcio Italia Germania che potremo vedere in piazza Garibaldi giovedì sera, "Con quelle migliaia di euro si potrebbero fare altre cose". Mi fa anche un lungo elenco di realizzazioni possibili compreso la distribuzione di cibo per famiglie povere, giocattoli per bambini e altre ancora. Gli faccio una semplice domanda dopo di che gli chiarirò in modo puntuale il costo della manifestazione popolare. Caro Giuseppe da quale fonte di bilancio attingi la notizia che si spenderanno migliaia di euro? La dai per certa, come fai a dare questa certezza? Hai un preventivo di spesa del Comune? Aspetto. Per quanto riguarda la questione di grandissima rilevanza politica e sociale, vista la pubblica richiesta del mio giovane amico Lassandro, delle scritte murali, preciso che la mattina del primo Consiglio comunale il senatore Nocco mi riferiva che la notte precedente nei pressi della sua abitazione erano state apposte delle frasi sconce ed ingiuriose . Mi sono rivolto quindi ai nostri uffici chiedendo di verificare e di farle cancellare”. 
 
E conclude: "Caro Giuseppe a me questo non scandalizza perché, pur non avendo alcuna vicinanza politica con il senatore Nocco, ho grande rispetto di ciò che egli ha rappresentato : il Senato della Repubblica. Non mi pare poco! Ti assicuro: lo rifarei".
 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il van di Borghese sbarca a Bari: lo chef premia il miglior ristorante di crudo di mare

  • "Qui il crudo di mare è una vera favola", Alessandro Borghese e la sfida di '4 Ristoranti' a Bari: il migliore? E' a Santo Spirito

  • Arriva il freddo russo, temperature in picchiata anche in Puglia: rischio neve a quote basse

  • Ultimo giorno di zona gialla, da domani la Puglia torna in arancione: cambiano regole e divieti

  • Scuola in Puglia, c'è l'ordinanza di Emiliano: superiori in Ddi per un'altra settimana, per elementari e medie resta la scelta alle famiglie

  • Nuovo Dpcm in arrivo: ecco regole e restrizioni, cosa cambia dal 16 gennaio. Puglia verso l'arancione

Torna su
BariToday è in caricamento