Sabato, 31 Luglio 2021
Cronaca Murat / Via Scipione Crisanzio

Libertà, scoperti in un mini-market 200 chili di pesce scaduto

Un grosso quantitativo di 'pesce gatto' congelato di origine cinese, scaduto da oltre un mese è stato scoperto dalla polizia municipale e dai veterinari Asl in un negozio in via Crisanzio. Al titolare una multa di 5200 euro

Era pesce surgelato scaduto da oltre un mese quello scoperto oggi dalla polizia municipale in un mini-market in via Crisanzio. I vigili hanno quindi sequestrato i 20 chilogrammi di pesce di origine cinese. All'interno del locale vi erano, il titolare, un 43enne e un lavorante di 37 anni, originari del Bangladesh, e residenti a Ravenna. Nel corso del controllo, fatto dai vigili urbani con l'ausilio dei medici veterinari della Asl, sono emerse una serie di infrazioni: oltre ai 20 kg di "pesce gatto" risultati scaduti da un mese, è stata riscontrata la assenza del cartellino dei prezzi su molti prodotti posti in vendita, sono state accertate difformità dell'autorizzazione sanitaria di un locale sotterraneo adibito ad uso deposito, macellazione e lavorazione di carni e, inoltre, sono state verificate irregolarità della posizione contributiva e di assunzione del lavorante. Il pesce risultato scaduto è stato distrutto; il locale adibito alla macellazione e lavorazione della carne è stato inibito all'uso e il titolare è stato multato per una somma di 5.200,00 euro.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Libertà, scoperti in un mini-market 200 chili di pesce scaduto

BariToday è in caricamento