Cronaca

Denaro per favoritismi: arrestati in otto dell'Agenzia delle Entrate

Otto dipendenti dell'Agenzia delle Entrate sono stati arrestati tra Barletta e Bari: ottenevano 'mazzette' e regali da imprenditori promettendo l'assenza di accertamenti nei loro confronti

Concussione, millantato credito, truffa e rivelazione di segreto d'ufficio: sono questi i capi d'imputazione nei confronti di otto dipendenti dell'Agenzia delle Entrate, arrestati all'alba dalla Guardia di Finanza di Barletta su disposizione del gip del tribunale di Trani, Roberto Oliveri del Castillo.

Gli arresti, perpetrati fra Bari e Barletta, sono stati effettuati dopo l'accertamento di un sistema criminoso effettuato dai dipendenti dell'Agenzia delle Entrate nei confronti di alcuni imprenditori baresi: per non pagare il dovuto contributo fiscale o per evitare controlli 'sconvenienti', infatti, i commercianti davano 'mazzette' o beni materiali ai funzionari. Per questo, quattro sono finiti in carcere mentre altri quattro sono agli arresti domiciliari.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Denaro per favoritismi: arrestati in otto dell'Agenzia delle Entrate

BariToday è in caricamento