Cronaca

Petruzzelli, salta la prima del Don Giovanni: confermato lo sciopero della Cgil

Gli orchestrali si sposteranno in piazza San Ferdinando per un concerto di protesta

A meno di un accordo all'ultimo minuto, non andrà in scena stasera nel Teatro Petruzzelli la prima recita del 'Don Giovanni' di Mozart, quarta opera del cartellone lirico. La causa è lo sciopero dei musicisti e dei coristi promosso dalla Cgil "contro le modalità di assunzione del personale che vuole adottare il commissario straordinario Carlo Fuortes". In particolare la protesta riguarda - dicono Giuseppe Gesmundo e Nicola De Ceglie della Cgil - il bando di audizione "che rinnega i diritti maturati dagli artisti negli anni passati".

"La Fondazione - secondo la Cgil - continua a non riconoscere il diritto di precedenza per gli artisti che hanno collaborato fino ad oggi con il Petruzzelli, come previsto dal contratto nazionale di lavoro".

Per la messa in scena del Don Giovanni, in attesa dei concorsi, il commissario ha estratto a sorte i musicisti dagli elenchi degli ex dipendenti. La vicenda ha avuto origine alla fine di giugno quando il commissario Fuortes, dopo quattro mesi di lavoro sul bilancio della Fondazione Petruzzelli, rese noto che le assunzioni dei musicisti per le nuove opere in cartellone sarebbero state fatte con audizioni e concorsi a livello nazionale. Al termine di questo iter - precisò Fuortes - sarebbero state compilate graduatorie che sarebbero poi servire ad assumere gli artisti. Seguirono proteste della Cgil alle quali, ai primi dello scorso agosto, Fuortes replicò che "le convocazioni dei musicisti venivano effettuate in precedenza senza un criterio oggettivo, sulla base delle scelte arbitrarie del segretario artistico della Fondazione, Luigi Fuiano".

"Per il Barbiere di Siviglia e Tosca (le due opere andata in scena dopo la sua nomina a commissario, il primo marzo scorso, ndr) - aggiunse Fuortes - Fuiano mi fornì una lista di musicisti ma non mi diede una risposta sui criteri con cui era stata stilata". La Cgil ha presentato, nelle scorse settimane, alcuni ricorsi che sono stati rigettati dai giudici: un primo era stato proposto da 50 iscritti alla Cgil per annullare i bandi di concorso, successivamente altri per denunciare un presunto comportamento antisindacale del commissario Fuortes. Il 6 settembre scorso, infine, la Cgil ha proclamato, per oggi lo sciopero dei lavoratori compresi quelli estratti a sorte per il 'Don Giovanni', chiedendo contemporaneamente un tavolo di concertazione. I musicisti prevedono per stasera alle 20.30 un concerto in centro, a Bari.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Petruzzelli, salta la prima del Don Giovanni: confermato lo sciopero della Cgil

BariToday è in caricamento