menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Servono vestiti, cibo e giochi", l'appello per la nuova 'Casa delle bambine e dei bambini'

L'invito rivolto a tutti i cittadini lanciato su Facebook dagli assessori Bottalico e Petruzzelli: il nuovo centro polifunzionale per la prima infanzia aprirà i battenti a breve nel complesso residenziale 'Bari Domani'

Abbigliamento, giocattoli e arredi per l'infanzia, cibo e bevande. Tutti possono contribuire all'apertura della 'Casa delle Bambine e dei Bambini', donando il necessario per l'avvio dell'attività. L'appello, rivolto ai cittadini, è stato lanciato su Facebook dall'assessore al Welfare Francesca Bottalico e anche dall'assessore allo Sport e Ambiente Pietro Petruzzelli, con l'invito a diffondere il più possibile a richiesta.

Il nuovo centro polifunzionale per la prima infanzia aprirà a breve i battenti nel complesso 'Bari Domani', sulla strada provinciale 110 Modugno-Carbonara. La struttura offrirà diversi servizi rivolti a bambini dai 3 mesi ai cinque anni, e alle loro famiglie tra cui: l'emporio della solidarietà per l’infanzia, un supermercato sociale rivolto a famiglie in forte disagio sociale ed economico, una boutique sociale con capi di abbigliamento per la prima infanzia e per le mamme in stato di gravidanza, uno spazio ludico per bambini, un centro sperimentale per la genitorialità (percorsi di accompagnamento socio-educativo e psicologico rivolto a neo genitori), un ambulatorio sociale per l’infanzia, e ancora, iniziative nel campo dell’educazione alimentare e della lotta allo spreco.

Chiunque voglia contribuire può farlo contattando l'equipe del centro all'indirizzo emporio@cbb.bari.it.

"Uno spazio che offrirà un sostegno economico, sociale e umano a tutte le famiglie che vivono un momento di difficoltà, economica, affettiva o personale", afferma l'assessore al Welfare Bottalico. "La Casa delle Bambine e dei Bambini è stata realizzata grazie ad una vincente collaborazione pubblico privata e con il sostegno della Banca Popolare di Bari", e ora "ciascuno può diventare parte del progetto e adottare una famiglia", contribuendo a donare il necessario. "Il contributo di tutti e tutte e' importante", sottolinea Bottalico.

Ultimo aggiornamento 14/01

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento