Domenica, 26 Settembre 2021
Cronaca

Arrestato due volte per errore, a Bari e in Grecia: disavventura per un 22enne

Il caso di un giovane albanese, arrivato in Puglia per andare a trovare il padre, detenuto nel carcere del capoluogo: gli era stata notificata un'ordinanza, non più efficace, di custodia cautelare risalente al 2016

Arrestato per errore due volte, a Bari e in Grecia: è la storia capitata a un 22enne di origini albanesi, Klevis Bregu, arrivato pochi giorni fa nel capoluogo pugliese, dal Paese delle Aquile, per visitare il padre, detenuto per reati di droga. Il giovane è stato bloccato al porto poiché gli è stata notificata un'ordinanza di custodia cautelare per traffico di droga emessa dal tribunale di Brescia nel 2016. Un'ordinanza non più valida poiché il giudice lombardo si era dichiarato all'epoca incompetente e aveva inviato gli atti al tribunale di Brindisi che non aveva emesso alcuna nuova misura cautelare. A stabilirlo è stato l'interrogatorio di garanzia celebrato a Bari per rogatoria: il ragazzo, infatti, era in carcere da due giorni, ed è stato rintracciato, per conto della famiglia, dall'avvocato che difende il padre, tramite le forze dell'ordine.

Dopo essere stato scarcerato e aver preso un traghetto per rientrare in patria, il giovane è stato bloccato nello scalo greco di Igoumenitsa, sulla base di un ordine di cattura europeo collegato alla stessa indagine, ormai inefficace. Dopo aver trascorso altri due giorni in un carcere greco, il 22enne è stato nuovamente scarcerato, riuscendo a fare ritorno in Albania.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arrestato due volte per errore, a Bari e in Grecia: disavventura per un 22enne

BariToday è in caricamento