Giovedì, 21 Ottobre 2021
Cronaca

Emergenza freddo, In.con.tra è già pronta: "Coperte, vestiti e pasti per i poveri"

Con l'arrivo della stagione autunnale c'è da affrontare il problema di un luogo e di un pasto caldo per i senza tetto della città. L'associazione prosegue il suo impegno: "Quest'anno notiamo più italiani over 50". Sabato e domenica raccolta fondi con il Progetto Arca per 'La zuppa della bontà'

Dopo il grande impegno per fronteggiare le difficoltà legate all'assistenza in estate, ottobre porta con sé un anticipo dell'emergenza principale dei prossimi mesi per senzatetto e sfortunati della nostra città. In poche settimane si passerà da temperature miti al freddo vero. L'associazione In.Con.Tra, tra quelle più in prima linea nella distribuzione di pasti caldi in stazione, è già all'opera per offrire aiuti concreti: "Già da domenica - spiega il suo presidente. Gianni Macina - distribuiremo coperte e vestiti in piazza Moro. Maglioni, giubbotti e giacche a vento, tutto è utile, un po' meno invece le scarpe di cuoio e cappotti di un certo tipo. Poi, nelle prossime settimane, partirà la campagna Ikea 'Riscalda la notte' con cui riusciamo ad ottenere circa l'80% del fabbisogno di coperte per la stagione invernale".

Rispetto allo scorso anno, secondo Macina, c'è una maggiore presenza di italiani, in particolare di persone attorno ai 50-60 anni, le cui condizioni di vita peggiorano notevolmente dopo la perdita del lavoro e di un sostentamento economico: "Non è facile, anche perché - prosegue - a volte manca anche un quantitativo di cibo per poter sostenere tutti e per questa ragione ci auguriamo che in futuro, il Comune possa incentivarte la lotta allo spreco alimentare, ad esempio, obbligando panifici, pub, rosticcerie, a non buttare gli avanzi, donandoli ai poveri. In questo senso servirebbe anche una maggiore organizzazione con le istituzioni, in modo da predisporre, logisticamente, dei luoghi dove stoccare e distribuire il cibo". Il 6 ci sarà dunque un incontro preparatorio con il Comune per predisporre l'emergenza invernale: "Non vorremmo - dice Macina - continuare a utilizzare il termine 'emergenza'. Dovrebbe esserci un piano organizzato coinvlgendo strutture e dormitori, in modo da essere sempre preparati ogni anno. Sul fronte mense, ad esempio, proponiamo di aumentare gli orari, estendendo il servizio 7 giorni su 7 e magari posticipando la cena alle 19,30 consentendo a tutti di partecipare".

Intanto, sabato e domenica, In.Con.Tra. sarà partner dell'iniziativa di Progetto Arca, denominata 'La Zuppa della Bontà': i volontari saranno presenti in quattro punti della città (Parco due Giugno, viale Papa Pio XII, via Argiro e chiesa di San Marcello) per raccogliere fondi destinati all'assistenza dei senza tetto. Con 5 euro si potranno acquistare buste di legumi secchi per preparare delle ottime zuppe: "Non è facile - racconta Macina - andare avanti per noi che facciamo volontariato pure. Per questo, assieme al Progetto Arca, abbiamo preso parte a questa lodevole iniziativa, in modo da poter sostenere le spese base per far sì che ogni sera riusciamo a trasportare e distribuire cibo in piazza Moro". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Emergenza freddo, In.con.tra è già pronta: "Coperte, vestiti e pasti per i poveri"

BariToday è in caricamento