Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

VIDEO | Costa Ripagnola, al via l'iter per il parco regionale. Emiliano: "Troviamo soluzione condivisa per le stanze nei trulli"

 

"Sul progetto di istituzione di un parco naturale nell'area di Costa Ripagnola abbiamo registrato un parere favorevole unanime". Michele Emiliano interviene al termine della Conferenza di servizi tenutasi nel pomeriggio nella sede del Consiglio regionale a Japigia, che ha visto avvicendarsi al microfono i pareri di organi politici, enti e associazioni che vengono - o saranno - toccati dal progetto del parco.

La protesta: sit-in davanti alla sede del Consiglio

Tutti favorevoli sì, ma non senza polemiche, legate soprattutto alla repentina organizzazione della Conferenza per la realizzazione di un progetto rimasto fermo oltre 20 anni. Lo ha ribadito ad esempio il sindaco di Polignano (presente insieme ai colleghi di Mola e Monopoli, mentre Conversano era rappresentata da una componente della Giunta comunale), sottolineando come i documenti presentati durante l'incontro - principalmente slides con i dettagli relativi all'estensione e alla composizione del futuro parco - non siano mai stati trasmessi alle amministrazioni. "E parliamo di un'area che ricade su 12 chilometri di costa polignanese - ha aggiunto Vitto - ovvero quasi la totalità". Un dettaglio sottolineato anche dai rappresentanti dell'azienda Serim - l'azienda che ha presentato il progetto tanto discusso per la realizzazione di unità abitative nei trulli presenti in zona - che però hanno registrato anche una posizione di apertura da parte del governatore Emiliano: "Penso non sia un problema trovare una soluzione amichevole per permettere a 14 persone di dormire in alcuni trulletti" ha spiegato al microfono di BariToday.

Durante l'incontro sono stati scanditi anche i tempi, previsti dalla legge, per la realizzazione del parco naturalistico: entro 90 giorni dall'avvio della Conferenza dei servizi bisognerà arrivare a una soluzione condivisa, per poi redigere il disegno di legge che trasformerà i 2973 ettari tra Cozze e Monopoli nel 19esimo parco regionale della Puglia. Disegno che dovrà essere approvato prima dalla Giunta e poi dal Consiglio regionale. Ultimo step che dovrebbe concludersi in un tempo massimo di sei mesi

Potrebbe Interessarti

Torna su
BariToday è in caricamento