menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ad Acquaviva l'integrazione si fa realtà: cittadini onorari 50 bimbi nati in Italia da genitori stranieri

L'iniziativa, intitolata 'Io sono Tu', si è svolta nella cittadina barese. Il sindaco Carlucci: "Siamo il primo comune in Puglia e tra i pochi in Italia a conferire questa onorificenza"

Cinquanta bambini stranieri nati in italia da genitori extracomunitari hanno ottenuto la cittadinanza italiana onoraria dal Comune di Acquaviva delle Fonti, in provincia di Bari. All'iniziativa, intitolata 'Io come Tu', hanno preso parte il governatore pugliese Michele Emiliano, il sindaco di Acquaviva Davide Carlucci, la vicepresidente nazionale di Unicef, Silvana Calaprice e il vescovo di Altamura-Gravina-Acquaviva delle Fonti, monsignor Giovanni Ricchiuti. I ragazzi, di età compresa tra 9 e 18 anni, sono originari di Albania, Cina, Marocco, Però, Senegal, Somalia e Tunisia:  "Siamo il primo comune in Puglia e tra i pochi in Italia a conferire questa onorificenza" ha spiegato il sindaco Davide Carlucci. "Questa sala - ha invece dichiarato Michele Emiliano - dimostra come sarà il mondo tra qualche anno e sarà bellissimo". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento