menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

In piazza del Ferrarese un dinosauro per dire no ai bollettini: "Preistorici"

Iniziativa del Consorzio Cbi per incentivare i pagamenti elettronici. La scultura sarà esposta fino al 16 settembre: "I pagamenti elettronici consentono un risparmio di tempo, di denaro e un maggiore rispetto dell'ambiente"

Un dinosauro spunta in piazza Ferrarese, per spiegare ai baresi che i bollettini sono 'preistorici': l'originale campagna del Consorzio Cbi fa tappa anche nel capoluogo pugliese. L'installazione scultorea di 6 metri, collocata nel centro della piazza più affollata della città vecchia, ha l'obiettivo di illustrare i vantaggi dei pagamenti elettronici, mettendo in mostra "i vantaggi - si legge in una nota -del Servizio CBILL per la consultazione e il pagamento delle bollette in modalità multibanca e multicanale: risparmio di tempo e denaro, semplicità, sicurezza e velocità nella consultazione e pagamento delle bollette e degli avvisi di pagamento". In un anno vengono emessi in Italia ben 630 milioni di bollettini, ma solo il 3% "è intermediato dai canali bancari".

Il consorzio sottolinea le opportunità positive dovute a una riduzione dei versamenti effettuati in modo tradizionale: l'utilizzo dei pagamenti elettronici potrebbe portare a un taglio del consumo di carta di circa 12.600 tonnellate e delle emissioni di anidride carbonica derivanti dai processi di produzione e invio delle bollette di circa 21.420 tonnellate". Il dinosauro sarà esposto fino al 16 settembre

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento