Martedì, 15 Giugno 2021
Cronaca

Clan Parisi-Stramaglia, sequestrati beni per 23 milioni di euro

L'operazione è stata condotta dai finanzieri del Nucleo Polizia Tributaria di Bari. Tra i beni sequestrati, terreni, appartamenti, auto di lusso, conti correnti bancari e societa' operanti nel settore del commercio e dell'edilizia

Maxisequestro antimafia eseguito oggi dai finanzieri del Nucleo di Polizia Tributaria di Bari. I militari hanno sequestrato beni mobili e immobili per un valore complessivo di 23 milioni di euro riconducibili ad alcuni esponenti del clan Parisi-Stramaglia, già arrestati nel corso dell'operazione Domino che circa due anni fa permise di decapitare il clan mafioso.

Si tratta in particolare di Luigi Caldarulo di 41 anni, Giacinto Carvutto di 45 anni, Francesco Fumarola, di 38, Emanuele Labellarte Emanuele, di 42, Francesco Labellarte, di 79 anni, Giuseppe Lonigro ,di 64 anni , Battista Lovreglio, di 45 anni, Leonardo Marangi, di 47 anni, Nicola Settanni,di 39 anni e Luigi Spinelli, di 30 anni, tutti imputati, a vario titolo, nel maxi processo che vede coinvolti, tra gli altri, il boss dell'omonimo clan, Savino Parisi, per i reati di associazione a delinquere di stampo mafioso, associazione per delinquere finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti, riciclaggio, usura, estorsione e trasferimento fraudolento di valori.

Tra i beni sequestrati terreni, appartamenti, auto di lusso, cavalli da corsa, conti correnti bancari ma anche società operanti nel settore dell'edilizia e e del commercio di beni alimentari, insieme ad alcune rivendite di tabacchi.


Le operazioni si sono svolte tra Bari e i comuni di Valenzano, Monopoli, Mola di Bari, Torre a Mare, Triggiano, Adelfia, Cassano delle Murge e Ostuni (Br).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Clan Parisi-Stramaglia, sequestrati beni per 23 milioni di euro

BariToday è in caricamento