Domenica, 19 Settembre 2021
Cronaca

Acque inquinate smaltite illecitamente nella fogna: autolavaggi nel mirino, 14 denunce

I controlli della Finanza per verificare il corretto smaltimento delle acque reflue industriali: sequestrati anche locali e attrezzature di lavorazione

Smaltivano illecitamente le acque derivanti dal lavaggio delle auto nel sottosuolo e nella rete fognaria, senza il preventivo trattamento preventivo per le acque reflue industriali. In altri casi, gli scarichi venivano convogliati in vasche a tenuta stagna ma sprovviste di adeguata impermeabilizzazione, consentendo in tal modo il pericoloso sversamento dei liquidi.

Scoperti dalla Guardia di Finanza nell'ambito di una serie di controlli, sono finiti nei guai 14 operatori del settore. Gli stessi sono stati infatti denunciati alle competenti Autorità giudiziarie, mentre sono state sottoposte a sequestro 13 aree industriali/artigianali per complessivi metri quadrati 4430, un’area di 400 metri quadri adibita a discarica abusiva e soggetta a vincoli urbanistici ed idrogeologici, 255 attrezzature di lavorazione (vasche, aspirapolveri, idropulitrici, impianti di autolavaggio, elettropompe, compressori ecc.), 37 tra locali, prefabbricati, gazebi e tecnostrutture funzionali alle attività e irrogate sanzioni pecuniarie per complessivi 368 mila euro.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Acque inquinate smaltite illecitamente nella fogna: autolavaggi nel mirino, 14 denunce

BariToday è in caricamento