Decaro consegna a Papa Francesco la caravella, simbolo della città: "Orgogliosi di aver ospitato evento storico"

Il primo cittadino nell'incontro con il Pontefice prima della sua ripartenza: "Oggi Bari ha lanciato un messaggio di pace a tutto il mondo"

"Sono orgoglioso, come tutti i baresi, di aver vissuto una giornata memorabile, un evento storico senza precedenti". Così il sindaco ha salutato Papa Francesco durante la breve cerimonia di commiato nell’eliporto allestito davanti al porto di Bari. Il primo cittadino ha consegnato al Pontefice la caravella, simbolo di Bari e della secolare vocazione della città ad essere luogo di incontro tra Oriente e Occidente. 

"Giornata storica, da Bari messaggio di pace al mondo"

"Oggi Bari, per voce di Papa Francesco e dei patriarchi delle Chiese cristiane del Medio Oriente, ha lanciato un messaggio di pace a tutto il mondo. Pace per le terre devastate dalla guerra, per i popoli costretti a lasciare il proprio Paese, pace per il Medio Oriente, pace nel Mediterraneo, culla delle religioni monoteiste". "Bari ha dimostrato, una volta ancora, di essere luogo di eccellenza per il dialogo interreligioso, la città dell’incontro e dell’accoglienza, proprio come ha ricordato Papa Francesco". "Questa  - ha proseguito Decaro - è una giornata storica per tutti noi che crediamo che la pace vada costruita giorno per giorno, con piccoli gesti e grandi scelte. Perché l’indifferenza uccide, e non saper riconoscere negli altri, in chi arriva da lontano, in chi è in fuga dalla sofferenza, la nostra stessa umanità, è forse il peccato più grande. San Nicola, il nostro Santo Patrono che ha reso possibile questo incontro straordinario, incarna i valori più autentici di questo momento di preghiera: nel nome della sua testimonianza, e con l’emozione unica delle parole pronunciate da Papa Francesco, crediamo che oggi sia stata scritta una pagina di speranza per il futuro del Medio Oriente e del mondo intero".

Il 'grazie' ai volontari

Il sindaco ha anche rivolto il suo pensiero e il suo ringraziamento ai volontari che hanno collaborato per la riuscita dell'evento. “Grazie alla passione, al cuore, alle braccia e alle gambe di tutti i volontari delle parrocchie che dalle prime ore del mattino hanno lavorato in tutta la città -  ha commentato il sindaco – per l’organizzazione e la gestione di questo straordinario evento, questa giornata è stata indimenticabile. Dalle ore 3.30 del mattino, oltre 500 volontari, di cui alcuni giovanissimi, erano pronti a gestire insieme alla Prefettura, alla Questura, alla Protezione Civile regionale, alla macchina comunale e della Città metropolitana, al personale sanitario e alle Forze dell’ordine, le migliaia di fedeli che si sono riversati sul lungomare e in tutta la città. Sono rimasto colpito dal garbo discreto del loro impegno offerto come un dono alla nostra città. Questo spirito di partecipazione è la testimonianza più forte che la nostra comunità potesse offrire al Santo Padre e il miglior auspicio per il futuro di noi tutti”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Puglia 'promossa' da domenica? Dati Covid in miglioramento, si va verso la zona gialla

  • Verso il Dpcm del 3 dicembre, tra ipotesi di nuove restrizioni e deroghe per i ricongiungimenti familiari

  • Nuovo Dpcm: verso lo stop a spostamenti dai Comuni per Natale e Capodanno, dal 21 viaggi tra regioni solo per rientro nella propria residenza

  • L'indice Rt scende sotto l'1 in Puglia e Lopalco risponde ai medici: "Non siamo regione da zona rossa"

  • Scontro tra auto e bici sulla Statale 16 a Torre a Mare: muore ciclista 31enne

  • Tragico incidente sulla statale 16 a Bari: impatto tra auto e camion, muore donna

Torna su
BariToday è in caricamento