menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

A Bari il dato dei contagi più alto da inizio pandemia, Decaro: "Rimanete in casa anche se c'è bel tempo"

Il primo cittadino è intervenuto nella serata di ieri durante una diretta social: "Abbiamo toccato i 500 nuovi positivi ogni 100mila abitanti - spiega - nell'ultima settimana, quando il dato da zona rossa è 250"

Bari ha raggiunto il picco di contagi dall'inizio della pandemia. La conferma arriva dal sindaco del capoluogo, Antonio Decaro, che durante una diretta social ha mostrato la curva epidemiologica relativa al periodo. "Rispetto alla scorsa pandemia - ha spiegato il sindaco - il valore è leggermente più stabile, ma il numero dei casi è aumentato". E in città il dato dei contagi rispetto a 100mila abitanti ha toccato i 500 nell'ultima settimana, "anche se ci sono comuni del Barese in cui il dato è anche più alto".

Insomma, una situazione critica, per cui la Regione, come spiega il primo cittadino, hanno deciso di imporre restrizioni più importante sia per i negozi, che per gli spostamenti. "La spesa si può fare - ricorda Decaro - Quindi non facciamola tutti assieme, evitiamo di ammassarci. Non si potrà andare nelle seconde case". Il primo cittadino ricorda poi che nel week-end è previsto bel tempo, confermando il timore di vedere persone assembrate in città complice il meteo favorevole. "La curva dei contagi ve l'ho fatta vedere - aggiunge - E uscire è il modo più facile per contagiarsi. Per quanto mi riguarda rimarrò in casa, guardando la televisione. Anche per la corsa, la farò presto per non incrociare nessuno". E ricordando i 'pattugliamenti' in città nel periodo del lockdown, assicura: "Domani non vi rincorrerò, ma non aspetterò un minuto rispetto alle segnalazioni che mi arriveranno. Le trasferirò subito al questore e alle forze dell'ordine, visto che è zona rossa".

Decaro ricorda poi il momento di scoramento avuto qualche giorno prima, dovuto anche ai positivi tra le sue conoscenze. "Marco, il mio amico sta meglio per fortuna, si è negativizzato - spiega - C'è un altro mio amico che ha un negozio in via Sparano, Christian, che ha 43 anni e nessuna patologia precedente, e al momento è in Terapia intensiva. Anche voi conoscete tante perosne in ospedale, quindi prima di uscire, ricordate questo". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento