menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Furto di rame sui binari, circolazione rallentata sulla linea Bari-Foggia

La situazione sta lentamente tornando alla normalità in queste ore. A causare i disagi prima la caduta di un cavo elettrico sulla linea di alimentazione dei treni in provincia di Foggia, poi una furto di rame tra Barletta e Trinitapoli

Circolazione rallentata e disagi per i viaggiatori questa mattina sulla linea ferroviaria Bari-Foggia. La situazione sta tornando alla normalità in queste ore, ma si sono verificati ritardi e cancellazioni per alcuni convogli.

A causare i disagi, prima la caduta di un cavo del gestore della rete elettrica (dovuta a un furto) sulla linea di alimentazione dei treni tra Foggia e Incoronata, verificatasi intorno alle 6.30. Poi, dalle 8.30 un furto di rame tra Barletta e Trinitapoli. 

La circolazione è ripresa alle 9.00, dopo l’intervento dei tecnici di Rete Ferroviaria Italiana che hanno riparato il guasto e ripristinato le normali condizioni di circolazione.

Pesanti le ripercussioni sulla circolazione: un treno regionale è stato cancellato da Barletta a Bari, quattro treni regionali Foggia-Bari hanno viaggiato con ritardi medi di 45 minuti mentre cinque regionali Bari-Foggia hanno registrato ritardi tra 10 e 50 minuti. Ritardi medi di 20 minuti per sette treni a lunga percorrenza.

"L’asportazione di rame - ricorda Trenitalia in una nota - non comporta nel modo più assoluto problemi di sicurezza alla circolazione dei treni, ma solo rallentamenti e ritardi. La sottrazione del materiale, infatti, provoca l’attivazione istantanea dei sistemi di sicurezza che governano le tecnologie in uso nella gestione del traffico ferroviario, con arresto immediato dei treni".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vaccini Covid, Lopalco: "Con limiti ad Astrazeneca dosi non utilizzabili per soggetti fragili, ecco perché somministrazioni ad altre categorie"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento