Lunedì, 17 Maggio 2021
Cronaca

Dottoressa minacciata per un anno e violentata sul luogo di lavoro: arrestato 51enne

I Carabinieri hanno bloccato l'uomo ad Acquaviva delle Fonti: avrebbe anche inviato audiomessaggi minatori in cui si riproducevano colpi di mitragliatrice

Un 51enne campano residente ad Acquaviva delle Fonti, Maurizio Zecca, è stato arrestato dai Carabinieri poiché accusato di stalking e violenza sessuale nei confronti di una dottoressa di un ambulatorio della Guardia Medica. Secondo i miltari l'uomo avrebbe perseguito la vittima per circa un anno, abusando della donna sul luogo di lavoro. La dottoressa sarebbe stata costretta a cambiare per ben tre volte il luogo d'impiego. L'ultima minaccia, il 5 novembre scorso: il 51enne avrebbe telefonato alla vittima dicendole che avrebbe fatto saltare il palazzo facendo scoppiare la bombola del gas se questa non avesse ascoltato. L'inchiesta è condotta dalla pm di Bari Simona Filoni. Gli inquirenti affermano che l'uomo avrebbe avviato "un'opera di lenta e crescente persecuzione” arrivando "a maturare una vera e propria ossessione". Il 51enne avrebbe anche minacciato il marito della dottoressa e inviato telefonicamente, di notte, tracce audio con rumosi simili a quelli di un grilletto di una pistola o di una sparatoria con una mitragliatrice. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dottoressa minacciata per un anno e violentata sul luogo di lavoro: arrestato 51enne

BariToday è in caricamento