Elezioni per l'Ordine degli Avvocati di Bari, per la Cassazione sono da rifare

Sentenza dei giudici che avrebbero ritenuto illegittime le liste bloccte previste dal regolamento approvato nel 2014. Stefanì: "Prendiamo atto pur non condividendo"

Le Sezioni Unite civili della Corte di Cassazione hanno deciso che le elezioni per i componenti del Consiglio dell'Ordine degli Avvocati di Bari e di Latina relative al quadriennio 2015-2018. I giudici hanno emesso i due verdetti dopo che il caso era stato sollevato da due diversi gruppo di avvocati pugliesi e laziali contro il Consiglio nazionale forense dopo che quest'ultimo aveva respinto i reclami dei professionisti contro il nuovo Regolamento elettorale ministeriale del 10 novembre 2014. Le norma, di fatto, avrebbero 'bloccato' le liste, prevedendo, per ognuna,la presentazione di un numero di candidati pari al numero dei seggi da coprire, e la possibilità di votarla in blocco. Il presidente dell'Ordine degli Avvocati di Bari, ha commentato così la vicenda: "Da giuristi quali siamo non possiamo fare altro che prendere atto della sentenza della Cassazione pur non condividendola, perché al momento delle elezioni il regolamento era vigente e non era stato annullato". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Puglia resta 'zona arancione', la decisione del ministro Speranza: misure confermate

  • Dagli spostamenti tra regioni ai cenoni (vietati), il nuovo Dpcm e le misure al vaglio per Natale

  • Asfalto viscido per la pioggia, auto si ribalta e finisce fuori strada: muore 19enne

  • Folle inseguimento a 120 km/h per le strade di Carbonara: arrestato pregiudicato 33enne

  • Calano le occupazioni delle terapie intensive covid in Puglia: migliora anche il trend dei contagi sui tamponi eseguiti

  • Spostamenti ingiustificati fuori Comune, cibi e bevande consumati nei pressi di bar e locali: controlli anticovid e multe nel Barese 

Torna su
BariToday è in caricamento