Cronaca

Intossicati dopo aver mangiato cozze, in tre finiscono in ospedale

Un'intera famiglia ricoverata al Policlinico. Secondo i primi accertamenti mitili, consumati cotti, contenevano una sostanza altamente tossica capace di causare anche la morte. Le cozze provenivano probabilmente da un allevamento greco

Intossicati dopo aver mangiato un piatto a base di cozze cotte. E' accaduto ad una famiglia barese - una coppia di 50enni e la loro figlia di 25 anni - ricoverata in ospedale dopo aver consumato un piatto di mitili acquistati in una pescheria della città e provenienti probabilmente da un allevamento greco. la notizia è riportata oggi dall'edizione locale di Repubblica.

I tre si sono presentati al pronto soccorso del Di Venere con i sintomi di una paralisi ai nervi cranici e ai muscoli facciali. Dal nosocomio carbonarese sono stati poi trasferiti al Policlinico dove sono stati sottoposti a lavanda gastrica. A provocare l'intossicazione, secondo i primi accertamenti, sarebbe stata una sostanza altamente tossica, la saxitossina, capace di resistere anche alle alte temperature. E la famiglia in questione è stata anche fortunata, perchè nei casi più gravi l'intossicazione da saxitossina può portare nell'arco di poche ore alla paralisi respiratoria e quindi alla morte.

Il caso è ora all'attenzione dell'assessorato alla Salute della Regione Puglia. A livello locale è stato attivato un sistema d'allerta, in attesa di nuove informazioni che verranno dalle analisi di laboratorio eseguite dall'istituto zooprofilattico di Foggia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Intossicati dopo aver mangiato cozze, in tre finiscono in ospedale

BariToday è in caricamento