menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Lama Balice, Università e Soprintendenza in campo per la salvaguardia delle orme di dinosauro

Questa mattina è stato firmato il protocollo per la definizione del progetto, che avrà una durata di 16 mesi. Decaro: "Vogliamo creare un parco naturale che colleghi Bari ed Altamura"

Soprintendenza e Università di Bari in campo per salvaguardare le orme di dinosauro, rinvenute nel 2013 nel parco di Lama Balice. E lo faranno attraverso un protocollo, sottoscritto questa mattina a Palazzo di città dal presidente del parco Giuseppe Muolo, dal direttore del parco Vincenzo Campanaro, dal professore Pierfrancesco Dellino per l’Università degli studi di Bari e dal soprintendente per i Beni archeologici della Puglia Luigi La Rocca, che mette nero su bianco le prossime strategie da attuare. 

La sinergia tra le istituzioni servirà ad individuare e definire le testimonianze fossili più significative, oltre a sperimentare metodi conservativi da adottare in una successiva eventuale programmazione, "determinando con esattezza l’intervallo cronostratigrafico di riferimento per gli stessi icnofossili" come spiegato durante l'incontro. Il protocollo mira anche ad individuare l’ambiente di deposizione dei sedimenti carbonatici affioranti in cava, verificare l’interesse culturale geopaleontologico di ulteriori forme presenti in corrispondenza di affioramenti carbonatici, rinvenute o segnalate nella zona e riconducibili a tracce fossili. Sarà l’Università degli studi di Bari "Aldo Moro" ad eseguire tutte le attività di ricerca sotto l’alta sorveglianza della Soprintendenza: la pulitura meccanica e manuale delle orme, la selezione e rilievo puntuale delle orme più significative, i rilievi laser scanner e georeferenziazione, la sperimentazione di un protocollo per la conservazione e il monitoraggio delle orme, campionamento, analisi di laboratorio, documentazione delle fasi di lavoro, elaborazione dei dati. 

Il progetto avrà una durata di sedici mesi e le varie fasi del lavoro verranno documentate con foto e video, mentre i dati raccolti saranno inseriti in una relazione conclusiva. Gli studenti universitari e delle scuole d’istruzione secondaria potranno inoltre essere presenti durante alcune delle operazioni.

Alla firma è intervenuto anche il sindaco metropolitano Antonio Decaro. "Il sito di lama Balice è per l’area metropolitana e per la città di Bari - ha spiegato - non solo un parco di grande valore naturalistico da proteggere e preservare ma anche un piccolo gioiellino dal punto di vista storico, geologico e turistico. La scoperta delle orme dei dinosauri ha rappresentato solo il primo passo di un percorso ideale che unisce Bari con Altamura, la Murgia e Matera in un processo di caratterizzazione dell’area dal grande pregio". L'obiettivo dell'amministrazione è creare, come ha spiegato il primo cittadino, un grande parco naturale, che colleghi le aree di Bari ed Altamura, "attraversato dalle tracce della presenza di creature così evocative e straordinarie come i dinosauri".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento