Sabato, 31 Luglio 2021
Cronaca

Furti in appartamento, dieci consigli per limitare i rischi

Allarme in vista delle vacanze: il decalogo di Confabitare per chi lascia la casa per partire. Ma a sorpresa Bari è tra le città in cui il numero di furti nelle abitazioni è cresciuto meno nell'ultimo anno

L'allarme, soprattutto nelle grandi città, scatta con l'arrivo dell'estate e delle partenze per le vacanze. Complici le strade meno trafficate e i condomini meno 'abitati', puntualmente i topi di appartamento si danno da fare. Così l'associazione Confabitare ha diffuso un decalogo, ispirato al buon senso e all'esperienza, per cercare di limitare i rischi di ritrovarsi, al ritorno dalle vacanze, la casa svaligiata dai ladri.

L'associazione, inoltre, stila una classifica delle principali città italiane in base all'aumento dei furti in appartamento nel primo trimestre 2013 rispetto allo stesso periodo del 2012. primo semestre 2013 a confronto con lo stesso periodo del 2012. In un quadro generale che vede i furti aumentare in tutta Italia (+28%), la maglia nera tocca a Bologna, al primo posto con un +30,3 %, seguita da Milano con il 29%, Torino col 26%, e Roma  col 25%. Un po' a sorpresa, a chiudere la classifica (13 in tutto le città prese in esame) è Bari, in cui rispetto al 2012 i furti in casa sono cresciuti 'solo' del 13%.

"Nello specifico - spiga il comunicato di Confabitare riferendosi alla situazione nazionale - possiamo  parlare di un furto ogni due minuti  con la media  a livello nazionale di settanta abitazioni su mille, e di ben 20 furti in casa ogni giorno in ogni grande città".

Ecco allora i dieci consigli elaborati dall'associazione per evitare di rimanere vittime dei furti in casa.

1 -  Innanzitutto, durante l'assenza non lasciare mai in casa oggetti di valore, gioielli e, ovviamente denaro sonante: qualora il quantitativo di preziosi fosse ingente, si  consiglia il noleggio di una cassetta di sicurezza messa a disposizione da una banca.
2  - Potrebbe risultare molto utile fotografare gli oggetti di valore che potrebbero essere oggetto di furto: ciò potrebbe servire ai fini di una eventuale ricerca e auspicabile recupero della refurtiva.
3  - Ricordiamoci di chiudere bene la porta di ingresso e tutti gli altri possibili accessi, in particolare le finestre, i cortili interni e le terrazze attivando, qualora fossero presenti, i sistemi di antifurto elettronico.
4 -  Facebook e Twitter possono risultare un'arma a doppio taglio e spargere ai quattro venti la notizia della propria villeggiatura potrebbe avere brutti risvolti: mai comunicare ad  estranei il periodo di assenza da casa, assicurarsi sempre che i propri figli non divulghino tale informazione attraverso chat e social network.
5 -  I preparativi delle vacanze potrebbero essere ottima occasione per intrattenere rapporti con chi ci abita accanto: buona idea sensibilizzare i propri vicini affinché ci sia reciproca attenzione a rumori sospetti sul pianerottolo o nell'appartamento. Nel caso, non esitare a chiamare il 113 o  il 112
6 - Può essere utile lasciare le chiavi di casa ad una persona di fiducia che effettui visite regolari all'interno dell'abitazione;
7 -Un vecchio espediente utilizzato dai topi d'appartamento è quello di telefonare al numero fisso dell'abitazione presa di mira e verificare la risposta: quindi, mai lasciare messaggi registrati sulla segreteria telefonica fornendo informazioni sul periodo di assenza.
8 -Se l'assenza è breve, conviene lasciare qualche luce accesa, la radio o il televisore in funzione, simulando così la presenza di qualcuno in casa.
9- Non accumulare posta nella cassetta delle lettere perché  è indicatore di lunga assenza. Chiedete ai vicini o al portiere   di ritirarla
10 - Se tornando a casa si trova la porta aperta o chiusa dall'interno, non entrare perché potrebbe scatenare la reazione istintiva del ladro che viene colto sul fatto e non si sa mai cosa potrebbe succedere. Meglio non rischiare e chiamare subito il 113 o il 112.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Furti in appartamento, dieci consigli per limitare i rischi

BariToday è in caricamento