menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto fb Flavia Capobianco

Foto fb Flavia Capobianco

Strage di gatti a Putignano, sesto esemplare trovato morto per strada. I volontari: "Forse avvelenato"

Soprattuto a inizio febbraio i casi si sono susseguiti in periodo ravvicinato. Ora l'esemplare sarà portato dal veterinario per l'esame autoptico.

Continua la strage di gatti a Putignano, in provincia di Bari. L'ultimo esemplare è stato trovato riverso ieri, vicino a un palo della luce a pochi passi dalla scuola materna 'Romanelli', in via Raimondo. E cresce sempre più forte la preoccupazione tra gli animalisti che si tratti dell'ennesimo avvelenamento, forse con l'ausilio di cibo 'trattato' lasciato per strada dalla stessa mano.

D'altronde quello di ieri è il sesto gatto trovato morto in città a partire da febbraio, che segue di due settimane i precedenti casi ravvicinati riscontrati in tutta la città. A rischio non solo i gatti, ma anche i cani, visto che a inizio mese sono stati trovati da alcuni cittadini pezzi di salsicce con chiodi nascosti all’interno, fortunatamente prima di far danni. Ora, dopo l'allarme lanciato dalla volontaria Flavia Capobianco, si cerca di far luce sul possibile collegamento di questo ultimo caso agli altri: "Seguirò la stessa prassi dei casi precedenti per far sì che l'animale venga sottoposto ad esame autoptico, in quanto la ditta appaltatrice convenzionata con il Comune non ha a disposizione una cella frigorifera per la conservazione - scrive sui social - L'animale in questione sarà consegnato lunedì mattina allo stesso Istituto che si sta occupando di esaminare i gatti precedentemente ritrovati e consegnati".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento