Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Cronaca Bari Vecchia / Largo Angelo Fraccacreta

Inaugurata la nuova mensa a largo Fraccacreta: "Per gli universitari menù regionali ed internazionali"

Questa mattina la cerimonia ufficiale, anche se la struttura - ospitata nella Casa dello studente - è attiva già da un mese. Sono 156 i posti a sedere

L'attendevano ormai da diverso tempo - era circa un anno che si vociferava dell'apertura-, e ora la mensa Adisu nella Casa dello Studente di largo Fraccacreta è finalmente realtà. Questa mattina  a tagliare il nastro d'inaugurazione nel locale all'interno della residenza universitaria è stato il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano, che ha voluto però consegnare le forbici a Rita, una studentessa calabrese che studia all'Università di Bari.

"Mi sembra giusto che siano loro ad inaugurare questa struttura - ha spiegato Emiliano - e mi fa ancora più piacere vedere che non è frequentata solo da pugliesi, a dimostrazione che l'Università attira sempre più studenti da fuori il territorio. I loro genitori saranno felici di sapere che mangiano in locali così belli". Per l'occasione l'azienda Ladisa, che si occuperà del servizio refettorio, ha messo a disposizione un buffet per i presenti.

Inaugurazione mensa largo Fraccacreta-2I ragazzi potranno così pranzare e cenare su uno dei 26 tavoli disponibili, con 156 posti totali disponibili. La capacità produttiva della cucina è di circa 600 pasti giornalieri. L'intervento è consistito nella rimozione dei vecchi impianti e nella creazione di nuovi, nella realizzazione di una nuova zona pizzeria e di un impianto d'aria e di condizionamento. Parola chiave sarà 'varietà': una volta al mese sarà proposto un menu internazionale - con proposte da Argentina, Canada, Cina, Francia, Germania, Grecia, India, Inghilterra, Marocco, Messico, Portogallo, Spagna, Usa e Tunisia - e uno regionale, con ricette dell'Abruzzo, Basilicata, Campania, Emilia, Romagna, Lazio, Sicilia, Toscana, Umbria.

"Oggi si conclude un lavoro - spiega il presidente dell'Adisu Puglia Alessandro Cataldo - già iniziato con il recupero della Casa dello studente, con l'obiettivo di fornire un servizio efficiente e la giusta accoglienza a chi viene a studiare in città. Questa è la ciliegina sulla torta: ora la struttura può tornare agli antichi splendori, visto che è stata un monumento per la città di Bari e per la Regione Puglia".

"Questo è un grande traguardo - commenta Maria Erika Del Vecchio, consigliera d'amministrazione Adisu per 'Up-Università protagonista' -, visto che l'apertura era stata preannunciata da parecchio tempo. Per gli studenti residenti del collegio è un grande aiuto. Inoltre la struttura è nuova ed è tecnologica, con il servizio che migliora  sempre più con il passare dal tempo. Continueremo a lavorare in questa direzione per garantire sempre più servizi agli studenti baresi".

Soddisfatti del risultato anche gli studenti dell'associazione Link: ""Continueremo a lottare affinché la Regione investa seriamente sul diritto allo studio - afferma Piercarlo Melchiorre, coordinatore della sezione barese  - affinché gli studenti non siamo costretti ad andare via e possano proseguire il proprio percorso formativo in maniera dignitosa e non siano costretti a competere per le briciole di un sistema di welfare studentesco insufficiente."

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Inaugurata la nuova mensa a largo Fraccacreta: "Per gli universitari menù regionali ed internazionali"

BariToday è in caricamento