Cronaca

Farmaci innovativi contro il cancro alla vescica, nuova terapia all'Oncologico: "Stop a viaggi della speranza"

L'istituto barese ha reso disponibile un trattamento innovativo per combattere il il carcinoma uroteliale delle vie urinarie. Il farmaco colpisce le cellule malate dall'interno

Una nuova immunoterapia per curare il tumore alla vescica ed evitare viaggi della speranza: da alcune settimane l'Istituto Oncologico 'Giovanni Paolo II' di Bari ha avviato il nuovo trattamento con un medicinale innovativo per combattere il carcinoma uroteliale delle vie urinarie. Il farmaco colpisce le cellule malate dall'interno, attivando e rafforzando il sistema immunitario. L'istituto tumori barese ha aderito a uno stuio internazionale che permette l'erogazione della terapia ai pazienti  con carcinoma della vescica in progressione dopo un trattamento chemioterapico.

"Molti pazienti affetti da carcinoma uroteliale in uno stadio avanzato e metastatizzato, refrattario al trattamento chemioterapico, ora avranno una nuova opzione terapeutica - spiega il dottor Emanuele Naglieri, medico dell’unità operativa di Oncologia Medica del 'Giovanni Paolo II'- I risultati incoraggianti ci hanno spinto a rendere possibile la somministrazione anche presso il nostro Istituto, così da garantire un’offerta terapeutica in linea con le eccellenze del territorio, evitando i cosiddetti viaggi della speranza".  Il carcinoma uroteliale più diffuso tra gli uomini, rappresenta il 90% di tutti i tumori della vescica. Si tratta della nona forma di cancro al mondo per diffusione, responsabile della  morte di circa 145.000 persone ogni anno.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Farmaci innovativi contro il cancro alla vescica, nuova terapia all'Oncologico: "Stop a viaggi della speranza"

BariToday è in caricamento