Cronaca Libertà / Via Pietro Ravanas

Al via il cantiere per la caserma dei Carabinieri al Libertà: lavori completati in 6 mesi nell'ex Manifattura Tabacchi

Nel pomeriggio il sindaco Decaro ha visitato l'area: la caserma sorgerà al piano terra dell'edificio, dal lato che affaccia su via Ravanas

Nuovo passo in avanti per la realizzazione della nuova caserma dei Carabinieri nel quartiere Libertà di Bari: sono partiti in mattinata i lavori allìinterno dell'ex Manifattura Tabacchi, per la precisione al piano terra dell'edificio, che affaccia su via Pietro Ravanas. "Mentre al piano superiore sono ormai ultimati i lavori per la realizzazione di Porta Futuro 2, che sarà inaugurata non appena terminerà l’emergenza covid - ha commentato il sindaco di Bari, Antonio Decaro, che nel pomeriggio ha visitato il cantiere - oggi, con l’avvio di questo cantiere, manteniamo un impegno preso con l’intero quartiere, ad oggi sprovvisto di una caserma dei Carabinieri. A metà gennaio, invece, inizieranno i lavori preliminari per l’allestimento del cantiere nell’ala della ex Manifattura Tabacchi che ospiterà gli uffici del CNR; parallelamente partirà la gara per portare qui, nel cuore del Libertà, i 720 ricercatori del Consiglio nazionale ricerche".

Il manufatto oggetto degli interventi è strutturalmente connesso, senza soluzione di continuità, ai restanti ambienti che costituiscono il complesso edilizio della Manifattura Tabacchi. Nel corso del cantiere - che interesserà complessivamente una superficie pari a circa 520 mq e sarà chiuso in circa 6 mesi - saranno realizzati un accesso carrabile e un piccolo accesso pedonale da via Ravanas, con l’installazione di cancelli metallici telecomandati e di un impianto video-citofonico; un’area parcheggio dedicata con cinque posti auto all’interno dello spazio scoperto di pertinenza esclusiva della caserma; due ingressi distinti dedicati rispettivamente al personale militare e agli utenti. I lavori avranno un costo totale di 1 milione e 200mila euro. 

"Abbiamo sempre detto che avremmo lavorato per dare nuova vita e nuova funzione a tutte le ex grandi strutture abbandonate  della città, come la ex Rossani o la ex Margherita e l’ex Manifattura, che devono tornare nella piena disponibilità dei cittadini - aggiunge il primo cittadino - In questo luogo, così suggestivo e così complesso, stiamo cercando di far coesistere l’innovazione, le nuove tecnologie, la ricerca, il lavoro e le start up attraverso un piano di riqualificazione fisica e sociale che dialoghi anche con il resto del quartiere. Per questo qui abbiamo voluto creare, anche simbolicamente, un presidio di sicurezza affidato ai Carabinieri, con l’obiettivo di rendere tangibile la nuova vita di questo luogo che può e deve tornare ad essere un centro di vita e di lavoro per il quartiere Libertà e per l’intera città".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Al via il cantiere per la caserma dei Carabinieri al Libertà: lavori completati in 6 mesi nell'ex Manifattura Tabacchi

BariToday è in caricamento