menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Lavoro nero, controlli a Triggiano: multati titolari di due pizzerie

Quattro i lavoratori irregolari identificati, elevate sanzioni per 17mila euro: i controlli, effettuati d'intesa con personale della Direzione Territoriale del Lavoro di Bari, sono stati mirati anche a verificare la corretta applicazione della normativa sulla tutela della salute e sicurezza sui luoghi di lavoro

Controlli "a largo raggio" dei carabinieri nei Comuni di Triggiano e Noicattaro. L’attività, disposta dal Comando Provinciale Carabinieri di Bari e finalizzata a garantire maggior sicurezza ai cittadini è stata estesa, d’intesa con personale della Direzione Territoriale del Lavoro di Bari, anche al controllo di locali commerciali al fine di contrastare il lavoro sommerso e verificare la corretta applicazione della normativa sulla tutela della salute e sicurezza sui luoghi di lavoro.

CONTRASTO AL LAVORO NERO - In particolare i controlli hanno riguardato due pizzerie di Triggiano dove sono stati identificati quattro lavoratori in nero, con la contestuale sanzione amministrativa di complessivi 17mila euro per i titolari.

GLI ALTRI CONTROLLI: DUE ARRESTI - Nell'ambito di altri controlli effettuati sempre sul territorio, sono stati eseguti due arresti. A finire in manette invece sono stati un 17enne di Noicattaro trovato in possesso di 40 grammi tra hashish e marijuana e un 45enne di Trani in esecuzione di un provvedimento restrittivo emesso sul suo conto dalla Procura della Repubblica di Trani per reiterate violazioni alla misura della sorveglianza speciale di P.S. cui era sottoposto. Il minore è stato associato presso l’Istituto “Fornelli” di Bari mentre il 45enne collocato ai domiciliari. Le verifiche in materia di circolazione stradale hanno consentito di deferire in stato di libertà due sorvegliati speciali, un 35enne e un 31enne, per violazione degli obblighi loro imposti poiché sorpresi in compagnia di pregiudicati, un 19enne per detenzione e porto illegale di arma bianca e un 52enne per guida senza patente. Tre invece sono stati i giovani segnalati quali consumatori di droga. Complessivamente 39 sono state le persone controllate, 22 arrestati domiciliari, 32 automezzi, 4 le contravvenzioni elevate e 44 i grammi di hashish e marijuana sequestrati.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

"C'è speranza per tutti, persino per voi", l'appello di Checco Zalone per ritrovare il furgone rubato agli atleti di calcio in carrozzina

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento