menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Si ritrovano nel centro benessere (chiuso) per cantare e pregare, in quattro denunciati dalla polizia

L'intervento degli agenti al quartiere Libertà: i quattro, tra cui il titolare dell'attività (regolarmente chiusa al pubblico) sono stati deferiti per la violazione dei divieti anticontagio imposti dal governo

Si erano ritrovati nel centro benessere (regolarmente chiuso al pubblico) per pregare e cantare, infrangendo però in questo modo i divieti emanati dal governo per evitare assembramenti e limitare la diffusione dei contagi da Covid19. In quattro (tra cui il titolare dell'attività), sorpresi dalla polizia al quartiere Libertà, sono stati così deferiti in stato di libertà per inottemperanza al D.P.C.M. 11.03.2020. Anche alcuni giorni prima gli agenti avevano eseguito un intervento simile, denunciando persone che in barba alle prescrizioni attuali, si erano riunite in luoghi chiusi per passare la giornata tra canti e preghiere.

I controlli per assicurare il rispetto della misure anticontagio proseguono infatti in tutta la città. Tra le tante persone denunciate, un pregiudicato del '92 sottoposto ad avviso orale aggravato, ed uno del '98, sottoposto alla misura dell’avviso orale, e ancora, due giovani pregiudicati della provincia di Foggia, uno del 75 ed uno del 99, trovati in possesso di hashish mentre vagavano nel centro città senza motivo. Ancora, n Piazza Umberto i poliziotti ed i militari in servizio ‘Strade Sicure’ hanno fermato e denunciato per resistenza a P.U. un barese del 78 che durante il controllo ha aggredito gli operatori; a Poggiofranco un molfettese del 76.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento