menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Nell'ex Manifattura uno sportello per l'occupazione giovanile, via libera al progetto 'Porta Futuro'

Sì della giunta regionale al finanziamento che consentirà di far partire a breve una sperimentazione in alcuni locali della struttura, L'assessore Romano: "Dare nuova vita a un luogo dismesso e sottoutilizzato segnale istituzionale forte per il quartiere"

Uno 'sportello' per l'occupazione giovanile nei locali dell'e Manifattura Tabacchi, nel cuore del quartiere Libertà. Il progetto del Comune, denominato 'Porta Futuro', potrà partire a breve grazie al riconoscimento di un finanziamento di 500mila approvato ieri dalla giunta regionale.

Nella prima fase di sperimentazione, saranno impiegati alcuni locali della struttura, per una superficie di circa 500 metri quadri: il progetto prevede la creazione di un open space concepito con postazioni di consultazione, spazi di socializzazione, un'area bambini e corner informativi per i partner di Porta Futuro. L’intero immobile sarà cablato, videosorvegliato e dotato di impiantistica di allarme. Nei mesi successivi il progetto si estenderà per funzioni e spazio sulla restante parte della proprietà comunale della Manifattura Tabacchi.

Obiettivo dello sportello sarà quello di favorire l'incontro tra la domanda e l’offerta di lavoro, supportando i giovani nella ricerca di un'occupazione, anche avviando percorsi formativi e di orientamento al lavoro.

“La scelta di ospitare i servizi di Porta Futuro negli spazi della ex Manifattura Tabacchi - ha commentato l'assessora alle Politiche giovanili Paola Romano - nasce dalla volontà di dare una risposta istituzionale al quartiere Libertà che presenta la più alta densità di giovani nonché una grave condizione di abbandono scolastico e di svantaggio giovanile segnato dal ripetersi di episodi criminali. Dare nuova vita a un luogo dismesso e sottoutilizzato è un segnale forte che intendiamo dare ai residenti del quartiere Libertà e a tutti i baresi. In un momento storico in cui la ricerca del lavoro rappresenta la piùgrande incognita per i giovani abbiamo deciso di strutturare un luogo in grado di incrociare nel miglior modo possibile domanda e offerta di lavoro e di supportare i nostri ragazzi in un percorso di orientamento che li renda consapevoli e motivati”.  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento