Giovedì, 29 Luglio 2021
Cronaca

In marcia per i diritti, il corteo dei migranti attraversa il centro

In 400 hanno sfilato per le vie del centro per raggiungere la Prefettura. Tra le richieste, l'abolizione della Bossi-Fini, la chiusura dei CIE e l'accelerazione dell'esame delle domande d'asilo

Foto di repertorio

La chiusura dei centri di identificazione e espulsione, permessi di soggiorni temporanei, l'abolizione della Bossi-Fini, e migliori condizioni di vita nei Cara (centri di accoglienza richiedenti asilo): sono le richieste degli oltre 400 migranti che sfilano in corteo per le vie del centro di Bari diretti verso la Prefettura dove, dichiarano gli organizzatori, incontreranno i rappresentanti del governo locale.

I migranti lamentano in particolare l'altissima percentuale di dinieghi - 95,98 per cento - delle richieste di asilo da parte della Commissione ministeriale competente. Secondo gli ospiti del Cara, gli sporadici litigi che si verificano nella struttura sono causati dal sovraffollamento: nel Cara di Bari ci sono 1.500 persone rispetto ad una capienza di circa 800.

Tra le altre richieste dei migranti c'é una accelerazione dell'esame di richieste d'asilo: "Aspettiamo sino a due anni - dice uno dei manifestanti - per poi vedere la nostra richiesta respinta". Al momento il corteo è fermo tra Palazzo di governo e Palazzo di citta in attesa che una delegazione venga ricevuta dalle autorità. (Ansa)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In marcia per i diritti, il corteo dei migranti attraversa il centro

BariToday è in caricamento