menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Bari 'si infiamma' per Iggy Pop: in 20mila alla notte rock del Medimex

Pubblico da numerose regioni italiane per il concerto del grande artista americano. Gremito corso Vittorio Emanuele: grande spettacolo e misure di sicurezza imponenti

C'è chi dice ventimila, altri un numero più elevato: la certezza è che piazza Libertà e corso Vittorio Emanuele erano gremiti di pubblico per una notte rock come poche vissute negli ultimi anni a Bari. Tutti con occhi e orecchie verso il grande palco, dove c'era un 70enne dal carisma e dalle energie inesauribili. Iggy Pop ha infiammato la notte più importante del Medimex 2017: un concerto gratuito e speciale, unica tappa italiana del suo tour mondiale, per giunta gratuita. Per vederlo sono giunti dalla Sicilia, dal Lazio e dalla Toscana. Lui, il biondo Iggy, a torso nudo e dalla silhouette snelissima, non ha deluso chi dal pomeriggio si è assiepato sotto il grande palco: un avvio fortissimo con i classici più noti, da 'I wanna be your dog' a 'The Passegner fino all'interminabile 'Lust for Life', condita dal pogo delle prime file, poi un ritmo più lento ma con accelerate brusche e schitarrate intense, come per 'Search and Destroy'. Le onde rock sono arrivate anche a Palazzo di Città dal quale il sindaco Decaro, alcuni assessori e il suo staff si sono affacciati per assistere al concerto.

Oltre un'ora e mezza per un live coinvolgente vissuto tra imponenti misure di sicurezza: divieto di vendita e accesso di bevande in bottiglie di vetro e lattine, checkpoint su corso Vittorio Emanuele e negli accessi laterali di piazza Massari, largo Chiurlia e via Piccinni con Murattiano e Lungomare blindati già da due giorni, non senza proteste da parte dei residenti per i blocchi di cementi anti-tir (alleggeriti nella giornata di ieri) e i disagi nei parcheggi. la sensazione, però, è che l'evento sia stato un successo per la città. Prima e dopo i live, gli spettatori hanno consumato nei locali del centro, godendosi (anche un po' meravigliati) le bellezze di Bari Vecchia. La scommessa di portare il Medimex e i grandi live nel centro cittadino, malgrado qualche polemica, può dirsi sostanzialmente vinta, sommando anche il pubblico che ha affollato il palco di largo Giannella (su cui si sono alternati artisti Jazz e Rap), tirando fino a tardi ai dj-set di Torre Quetta, o semplicemente prendendo parte ai tanti eventi collaterali tra arte, documentari e vinili organizzati al Castello Svevo, nel Parco 2 Giugno e alla sala Murat. Oggi il Medimex chiude con un altro grande appuntamento, il concerto di Solange al teatro Petruzzelli. Poi ci sarà tempo di pensare già all'anno prossimo, dopo aver tirato le somme di un'edizione speciale e unica.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento