menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Mobili rubati messi in vendita su Fb: zio e nipote denunciati per ricettazione

La scoperta dei carabinieri ad Acquaviva. I pezzi di arredamento, risultati rubati qualche giorno prima in una casa di campagna, erano custoditi in un garage in attesa di essere 'smerciati'. In un'altra operazione, altri due giovani sono stati denunciati per lo stesso reato

Mobili rubati, tra cui un pezzo d'epoca, nascosti in un garage e messi in vendita attraverso Facebook. A scoprire il caso sono stati i carabinieri della stazione di Acquaviva, che hanno denunciato per ricettazione due persone, zio e nipote di 64 e 31 anni.

 

Nel corso di una perquisizione effettuata in un garage del centro cittadino, i militari hanno sorpreso i due con un mobile d’epoca e due comodini rubati in un’abitazione rurale qualche giorno prima. Da successivi accertamenti, i carabinieri hanno scoperto che i mobili erano stati messi in vendita su Facebook tramite il profilo del 31enne. L’attività si è conclusa con il deferimento in stato di libertà dei due, che dovranno rispondere di ricettazione. La refurtiva, invece, per un valore di mille euro, è stata sequestrata.

Nel corso di un'altra operazione, stessa sorte è toccata ad altri due giovani del luogo, un 17enne e un 19enne. Durante una perquisizione effettuata all’interno del loro appartamento, i due sono stati trovati in possesso di gioielli e orologi, provento di un furto commesso in un'abitazione. I due, inoltre, avevano già 'piazzato' presso un compro oro della zona un altro orologio, rubato nella stessa abitazione, dalla cui vendita hanno ricavato 900 euro. La refurtiva è stata interamente restituita al legittimo proprietario, mentre i due sono stati denunciati con l’accusa di ricettazione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento