Un murales per i bimbi della scuola San Francesco, il maestro cileno Carrasco torna a Bari

A quarant'anni dal golpe di Pinochet l'esule e artista cileno è tornato nel luogo esatto in cui, insieme ai suoi compagni della Brigata Neruda in fuga dalla dittatura, realizzò un grande murales

Un coloratissimo murales, realizzato insieme ai piccoli alunni della scuola San Francesco di Japigia, per esaltare i valori della pace, dell'uguaglianza, della fratellanza. A quarant'anni dal golpe di Pinochet che lo spinse ad abbandonare il Cile, l'artista cileno Hector Carrasco è tornato a Bari, nel luogo esatto in cui, insieme ai suoi compagni della Brigata Neruda in fuga come lui dalla dittatura, realizzò un grande murales.

L'opera è stata inaugurata ufficialmente ieri. L'iniziativa di richiamare a Bari l'artista cileno dei murales è nata da un'idea del regista barese Gianni Princigalli che ha voluto ricostruire il viaggio della Brigata Neruda, che quell’anno toccò anche Bari. Il progetto, promosso dal Comune di Bari e dalla presidenza del Consiglio della Regione Puglia, è stato sostenuto con entusiasmo dalla dirigente scolastica dell'istituto comprensivo Japigia1-verga, Patrizia Rossini, e ha visto impegnati un gruppo di studenti di IV e V elementare e I, II e III media.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Questo murales - ha dichiarato il sindaco Michele Emiliano - serve a parlare tra di noi delle cose che sono davvero importanti, come la tutela del creato, a discutere su come si può fare per evitare le guerre e le sofferenze dei bambini, servirà a parlare della democrazia, che è fatta di impegno quotidiano da parte dei cittadini. Questo bellissimo disegno - ha detto il sindaco rivolgendosi agli alunni dell’istituto - vi consente di capire, attraverso la bellezza, che tutte le persone nascono uguali, con gli stessi diritti e le stesse aspirazioni alla felicità. Realizzare un’opera d’arte collettiva, inoltre, crea legami ed amicizie sincere perché solo quando si sta insieme si possono raggiungere grandi obiettivi. Per questo non posso che ringraziare Hector Carrasco e la sua arte, Gianni Princigalli, la dirigente Rossini e tutte le insegnanti e gli alunni”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, in Puglia undici nuovi casi: cinque contagi registrati nel Barese, i pazienti positivi salgono a 170

  • Coronavirus, salgono i nuovi contagi in Puglia: oggi sono 26, undici in provincia di Bari

  • Coronavirus, in Puglia obbligo di quarantena per chi rientra da Malta, Grecia e Spagna

  • Sei turisti del Lussemburgo in vacanza a Monopoli positivi al covid: il test prima di partire per la Puglia

  • Venti nuovi casi di covid in Puglia, nove nel Barese: "Cittadini rientrati da Grecia, Malta e Lombardia"

  • Ventenne muore dopo un tuffo in piscina: tragedia durante una festa a Polignano

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BariToday è in caricamento