menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Lavori per il nodo Ferroviario sud, prende forma la variante della Tangenziale: "Attiva entro metà 2019"

Procedono rapidamente gli interventi per realizzare la deviazione provvisoria in vista dell'innalzamento del tratto attuale, pronto per fine 2020. Le operazioni consentiranno il passaggio dei treni sotto la Ss 16

Il tracciato già si vede: dalla prossima primavera (o quantomeno entro il primo semestre del 2019), le auto che percorreranno la Statale 16 a Japigia dovranno transitare per questa deviazione provvisoria, primo lavoro preliminare del nuovo assetto del nodo ferroviario a sud di Bari. L'opera, infatti, servirà ad innalzare il tratto attuale della Tangenziale per consentire il passaggio dei binari nella nuova tratta che dal centro, Madonnella e San Pasquale, transiterà sotto il ponte di via Omodeo, l'Executive Japigia e gli insediamenti a sud per giungere verso Triggiano. Oltre 10 km compresi di raddoppio per ridurre i tempi di percorrenza verso il Nord, Napoli e Roma, ridisegnando uno degli assi centrali della città, cancellando passaggi a livello 'maledetti' come quello di via Oberdan (sostituito con un sottopasso per le auto).

Viabilità alternativa attiva per oltre 1 anno

Gli interventi veri e propri della nuova ferrovia dovrebbero cominciare a febbraio, nella zona attorno alla Fibronit. Nel frattempo, si sta realizzando la variante provvisoria che, si spera, sarà a prova di imbottigliamento, in un tratto estremamente trafficato nella Tangenziale, specialmente durante il periodo estivo. La viabilità alternativa sarà attiva fino alla fine del 2020, quando il tracciato sarà stato rialzato e predisposto a dovere per consentire il passaggio dei treni in piena sicurezza. Al termine dei cantieri, le corsie provvisorie saranno smantellate.

Primi effetti, dunque, della 'risoluzione' del nodo ferroviario che sarà ultimata nel 2023: "Con questi lavori - spiega Decaro - vi sarà una ricucitura importante tra due parti della città. E' una storia che va avanti dal 2005, quando venne firmato il primo protocollo d'intesa con il governo. Quando si parte con le progettazioni se gli enti statali e ministeri lavorano si ottengono risultati per la città. Potremo consentire di perseguire la sfida della riqualificazione della costa sud, per la quale, nei prossimi giorni, riceveremo le proposte del Concorso d'idee in atto".

lavori tangenziale decaro-2

Gli interventi a Bari, si inseriscono, aggiunge Pagone, "nell'ammodernamento della direttrice adriatica da Lecce a Bologna e nell'ambito della confluenza della linea con la nuova Napoli-Bari" ad alta velocità/capacità "in fase di avanzato affidamento dei lotti", consentendo di raggiungere il capoluogo campano in 2 ore e Roma in 3.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento