Venerdì, 24 Settembre 2021
Cronaca Bitonto

Omicidio Caprio a Bitonto, il gip: "Aggressione vile e brutale, vittima colpita mentre era inerme"

Le parole del gip nel provvedimento con il quale ha disposto la custodia cautelare in carcere del 20enne Fabio Giampalmo per omicidio volontario aggravato: "Nessun segno di ravvedimento per le conseguenze della sua azione violenta"

Colpito al volto "ripetutamente e violentemente", "in maniera inaspettata e improvvisa" mentre era "inerme", senza avere la possibilità di difendersi o fuggire. Così il gip del Tribunale di Bari, Marco Galesi, ricostruisce l'aggressione che ha portato alla morte del 41enne Paolo Caprio, ucciso nella notte tra il 4 e il 5 settembre durante una lite avvenuta in una stazione di servizio alle porte di Bitonto. La ricostruzione è contenuta nel provvedimento con il quale il gip ha disposto la custodia cautelare in carcere per il 20enne Fabio Giampalmo, per il reato di omicidio volontario aggravato. 

"Non vi è dubbio che la vittima sia deceduta in conseguenza di una brutale e vile aggressione", scrive il gip nel provvedimento riportato dall'Ansa. L'indagato, evidenzia il giudice, ha "posto in essere un'aggressione ai danni della vittima tanto improvvisa e repentina quanto vile e brutale". Il 20enne, spiega il gip ricostruendo i fatti, "ha colpito il suo avversario in maniera improvvisa e inaspettata, cogliendolo di sorpresa quando era di fronte a lui inerme, con le braccia lungo i fianchi, senza dargli alcuna possibilità di difendersi o fuggire". Nel porvvedimento il giudice parla, in riferimento all'indagato, di "personalità assai pericolosa, manifestando una spiccata impulsività e una totale incapacità di tenere a freno i propri raptus di violenza" e "incline a risolvere con la violenza brutale anche questione di poco conto". Giampalmo, inoltre, secondo il giudice, dopo aver ripetutamente colpito la vittima "sino a provocarne la perdita di coscienza", "non ha manifestato alcun segno di sorpresa o di ravvedimento per quelle che sono state le conseguenze della sua azione violenta". 

(In foto: la vittima, Paolo Caprio)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio Caprio a Bitonto, il gip: "Aggressione vile e brutale, vittima colpita mentre era inerme"

BariToday è in caricamento